Radio Nettuno

Primavera ko, chiude in nove. l’Inter vince 3-1, ma che polemiche

1 Dicembre 2012
Primavera ko, chiude in nove. l’Inter vince 3-1, ma che polemiche

Al Kennedy di San Lazzaro vince l’Inter 3-1, con merito, ma al termine di una partita ricca di polemiche. A provocarle l’arbitraggio di Vesprini di Macerata che ieri ha fischiato ben tre rigori (due per i nerazzurri e uno per il Bologna), allontanato il tecnico rossoblù insieme al vice Mularoni e al dirigente accompagnatore Tassi ed espulso sul finire di gara due giocatori bolognesi, Montorsi e Maini. La Primavera rossoblù, che con questa sconfitta lascia il quarto posto, non demerita ma paga qualche ingenuità difensiva, in particolare, in occasione dei due rigori tra primo e secondo tempo che incanalano la gara: al 28′ Palomeque atterra Acampora e Benassi trasforma la massima punizione; al 58′ Ferrari entra in scivolata su Bocar e Garritano non sbaglia dagli undici metri. Due minuti dopo lo stesso Bocar fa tris e a quel punto la gara sembra decisa. A metà tempo generoso rogore concesso dall’arbitro per un’entrata di Mbaye su Capello: Veratti non sbaglia. A cavallo della mezz’ora i rossoblù hanno un paio di ottime occasioni con Veratti e Capello ma la mira non c’è. E all’83’ succede il patatrac: secondo il racconto dello staff rossoblù, Baldini chiede ai suoi ragazzi di far uscire la palla quando due giocatori dell’Inter sono a terra; le sue frasi vengono equivocate e a quel punto succede l’irreparabile. Nel marasma dei minuti successivi arrivano anche i rossi per il neoentrato Montorsi e per Maini, tra le proteste del folto pubblico e degli stessi giocatori. Il bologna chiude il girone d’andata con 23 punti in 13 gare e con 28 reti segnate e 19 subite.
m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!