Radio Nettuno

Pioli felice: “Grande cuore e attenzione. Curci? Continui così”

24 Novembre 2013
Pioli felice: “Grande cuore e attenzione. Curci? Continui così”

Stefano Pioli riparte dalla prestazione della squadra, per la vittoria c’è tempo: “Il punto sposta poco – dichiara il tecnico rossoblù – la prestazione dà continuità a quelle precedenti. Anche stasera abbiamo dimostrato di essere attenti e concentrati e di averci messo tanto cuore. Nella ripresa l’Inter ha forzato il ritmo e noi abbiamo fatto fatica a manovrare, poi è chiaro che il gol ha dato più coraggio e fiducia a loro. Comunque noi siamo stati molto generosi. La squadra non sta giocando per me ma per se stessa. Le polemiche con Guaraldi? Quello che viene fatto uscire non è la realtà, noi ci confrontiamo spesso e abbiamo lo stesso obiettivo: non ci sono problemi tra me e lui. Il mio contratto? Ora sto bene in Italia, in futuro mi piacerebbe allenare all’estero. Curci? Per lui è stata una fortuna la sosta, a Bergamo ha commesso errori ma non è stato doifficile per me rinnovargli la fiducia. Lui oggi ha dimostrato carattere, ora però deve trovare continuità“. Poi Pioli torna a parlare della gara, a livello tattico: “E’ importante l’equilibrio di squadra nelle gare, ci vuole disponibilità ad aiutarsi, noi dopo Verona abbiamo svoltato. Certo dobbiamo crescere, recuperiamo tanti palloni ma poi sbagliamo il primo passaggio e questo non deve accedere. Continuando così, usciremo da questa situazione di classifica. Ho messo Khrin e Perez su Taider e Alvarez; invece su Guarin ci voleva la marcatura preventiva e questo ci è quasi sempre riuscito: a livello tattico l’abbiamo interpretata bene questa partita. Bianchi? E’ entrato molto bene, come a Bergamo. Con una difesa solida come l’Inter, all’inizio mi serviva più movimento e ho messo Cristaldo, ma quando Rolando è entrato, ha fatto bene. Poi ovvio, ci sono equilibri che devono essere mantenuti. Le rovesciate di Kone? In allenamento le prova poco, ma è meglio così, sono colpi estemporanei, che lui ha e che ti vengono in quel momento“.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!