Radio Nettuno

Pioli: Ci teniamo a partire con il piede giusto.

16 Agosto 2013
Pioli: Ci teniamo a partire con il piede giusto.

Alla vigilia del match di Tim Cup con il Brescia, Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa: “Credo molto nei miei giocatori perché li conosco bene. Credo anche che abbiamo fatto un buon lavoro durante la preparazione. La preparazione è stata mirata all’inizio di campionato, sappiamo però benissimo che la prima partita ufficiale è quella di domani sera, quindi ci teniamo a partire con il piede giusto e a fare nel miglior modo possibile.Il Brescia è una squadra organizzata con un allenatore preparato che propone un calcio offensivo. In campo si dispongono secondo il modulo 4-4-2, con le ali a piedi invertiti, che si trasforma in un 4-2-4 in fase di possesso palla. L’avversario ha dunque le qualità per metterci in difficoltà. Noi però giochiamo in casa e vogliamo passare il turno. Siamo la squadra, tra quelle che disputeranno la Coppa Italia questo week-end, che ha avuto più nazionali assieme all’Inter, la quale però ha chiesto di giocare in posticipo. Giocare due partite ravvicinate in questo momento non sarà semplice. Ho trovato bene i rientranti. Ieri erano un po’ stanchi, oggi stavano meglio. Ci sono ancora più di 24 ore prima della partita e voglio valutare ancora la situazione. Per questo motivo mi prendo ancora tempo per decidere chi scenderà in campo. Sceglierò sicuramente la squadra che riterrò migliore in questo momento.Le dichiarazioni di Diamanti, dopo la partita in Nazionale, sono state mal riportate. Lui è concentrato qua. Con lui ho parlato questa mattina e lui nonostante il mal di schiena giocherà. Come ho già detto ci saranno due campionati in uno quest’anno, perchè le prime 8 avranno organici, sulla carta, nettamente superiori ma io voglio che il Bologna giochi per provare a vincere il campionato delle altre 12 squadre. Non ho mai detto che sarà facile,ma ci proviamo. Tutte queste 12 squadre avranno come obiettivo base la salvezza e quindi questo sarà anche l’obiettivo del Bologna. Io però voglio alzare l’asticella e chi mi dice che sono ingenuo o che ho troppa ambizione quando lo dico, venga qua che glielo ripeto. Non provare a puntare a qualcosa di più, come merita l’ambiente e come meritiamo noi stessi, sarebbe come giocare per pareggiare mentre io voglio giocare per vincere. Ho ben presente un aforisma che ho letto tempo fa: punti alla luna male che ti vada rimarrai tra le stelle.”

Ti piace questo articolo? Condividilo!