Radio Nettuno

Perez-Monaco, da Zanzi a Delgado tutti smentiscono. Ma…

21 Febbraio 2013

Diego Perez al Monaco con contratto bi o triennale a 1,5 milioni è stata la notizia di giornata. Al momento però, come c’era da aspettarsi, dai canali emergono solo smentite. Il primo a frenare è l’agente del giocatore, quel Daniel Delgado che si nasconde dietro un sintetico: “No, non è vero, non c’è ancora nulla- Possibilità che resti? Il 50%“. Ma a sposare la sintesi pensa anche il direttore generale rossoblù Roberto Zanzi che a Tuttomercatoweb pigia ancora sul pedale del freno: “Ho sentito il giocatore e l’entourage, al momento non hanno preso alcun impegno. E’ concentrato sul finale di campionato“. Tutto torna dunque? Macchè. La sensazione era la stessa avuta dopo aver letto le parole pronunciate dal presidente del Bologna Albano Guaraldi qualche giorno fa nella sua riunione ristretta ai giornalisti della carta stampata, quando sostenne che col giocatore ci si sarebbe rivisti a salvezza centrata. Ma come fa un giocatore della caratura internazionale di Diego Perez, per quanto serio professionista, ad aspettare una società che non gli può offrire un contratto più lungo di un anno alle stesse condizioni o quasi di quello attuale? Come è possibile pensare che un calciatore di questa importanza, che fino ad oggi non ha voluto rinnovare con il Bologna, possa sedersi al tavolo a fine stagione per trattare con Zanzi e Guaraldi, con chi cioè fino ad oggi non ha dimostrato di volere fortemente la sua permanenza in rossoblù? Semmai è più giusto e più serio pensare che il Ruso non lesinerà una stilla di energia per salvare il suo Bologna e poi saluterà la compagnia per ritornare nel Principato alla corte del buon Claudio Ranieri.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!