Radio Nettuno

Pallamano – Lo United sbanca facilmente Teramo

24 settembre 2017
Pallamano – Lo United sbanca facilmente Teramo

LIONS – BOLOGNA UNITED 18-29 (8-17)
Lions Teramo: P. Di Marcello, Toppi 2, Di Giulio 2, Pieragostino 9, A. Di Marcello 2, Leodori 1, Barbuti, Rossi, Giampietro 1, A. Savini, Bellia, Valeri, Collevecchio, M. Di Marcello 1. All. Fonti.
Bologna Utd: Rossi, Leban, Racalbuto, Savini 4, Bosnjak 7, Gherardi 3, Nascetti, Pedretti 1, Santolero 1, Garau, M. Tedesco 6, Nardo 3, Bonassi 2, Cimatti 2. All. Tedesco.

Il Bologna United sfodera una prova superlativa in casa di una delle più attrezzate compagini del girone B di Serie A di pallamano e coglie la prima vittoria in campionato. Una prestazione praticamente impeccabile, frutto di una settimana di intenso lavoro e meditazione al termine dell’esordio amaro, condito da un pareggio interno, contro la matricola Oriago.
In terra abruzzese coach Beppe Tedesco, che recupera Giacomo Savini ma perde Luca Argentin, schiera uno “starting seven” iniziale composto da Michele Rossi fra i pali, “batteria” di esterni” composta da Tomislav Bosnjak in cabina di regia coadiuvato da Giacomo Savini e Simone Gherardi, Matteo Tedesco e Giulio Nardo sulle ali ed il vice capitano Lorenzo Pedretti in pivot. La gara è bella, veloce e spettacolare sin dalle prime battute ed i felsinei ne approfittano per piazzare il primo break sul 3-7. Gli spettri della sfida contro Oriago mantengono attenzione e tensione altissima e la gara prende immediatamente un distacco che mai Teramo riuscirà a colmare. A Teramo è gara vera e la tensione tradisce anche Giampietro e Garau espulsi per reciproca scorrettezza. Il solo Pieragostino, per i padroni di casa, prova a martellare una difesa solidissima protetta da un Michele Rossi in grande spolvero. Il primo tempo va in archivio con l’inaspettato punteggio di 8-17.
Il pubblico di Teramo nella ripresa prova a spingere i propri beniamini ma è solo Bologna a strappare applausi. Bosnjak rende cinica una manovra piacevole resa ancor più soddisfacente da una fase difensiva costantemente attenta ed efficace. I felsinei scavano ulteriormente il “gap” toccando il +12 sul 22-10. La molteplicità delle soluzioni ed una seconda fase cinica e spietata non danno punti di riferimento al Teramo che scivola sino al -13 sul 24-11. Il finale è pura accademia e la gara, alla sirena va in archivio col punteggio finale di 18-29 fra gli applausi convinti di tutto il palazzetto.
Bologna, tornata a macinare lo spettacolare gioco messo in vetrina per quasi tutto il pre campionato, grazie a questi due punti, sale così a tre punti in testa classifica in attesa di conoscere l’esito della gara di Cologne, fra i lombardi ed il Carpi. La splendida vittoria di Teramo non potrà tuttavia distogliere nemmeno per un momento l’attenzione al calendario: Sabato 30 Settembre a Castenaso infatti, con inizio alle ore 20.30, è previsto il “big match” contro la quotata Cingoli.

Ti piace questo articolo? Condividilo!