Radio Nettuno

Pallamano, lo United batte Modena e vola in testa

2 Novembre 2017
Pallamano, lo United batte Modena e vola in testa

BOLOGNA UNITED – MODENA 29-26 (P.T. 16-14)
Bologna United: Leban, Bonassi 3, Cimatti 1, Pedretti 2, Garau 4, Argentin, Savini 5, Nardo 3, Racambuto, Tedesco 3, Rossi, Gherardi 3, Santolero 1, Bosnjak 5. All. Tedesco.
Pantarei Modena: Resci, Boni 5, Bortolotti 3, Di Matteo G. 4, Dondi, Barbieri 2, Rolli, Mezzetti 1, Bonacini, Di Felice 3, Mattioli 1, Di Matteo N. 6, Jahollari, Panettieri 1. All. Sgarbi.
In un palazzetto gremito Bologna si regala una serata fantastica prendendosi il derby e la vetta solitaria della classifica.
Coach Beppe Tedesco sceglie nello “start seven” Michele Rossi fra i pali, Tomislav Bosnjak, Giacomo Savini e Simone Gherardi in esterna, Sebastiano Garau e Giulio Nardo in ala con Lorenzo Pedretti in pivot.
La gara è intensa e spettacolare con le difese a farla da padrone nei primi quattro minuti nel quali nessuna delle due squadre riesce a scuotere la rete. E’ Modena a rompere gli indugi con un parziale di 0-2 che spaventa, e non poco, i felsinei. La reazione dei rossoblù è veemente e si concretizza con un secco parziale di 4-0, con tre cinici contropiedi finalizzati dalle ali, che fa esplodere il Palazzetto di Castenaso. Modena non molla e resta nel match: Bologna tenta la fuga sul +5 ma i gialloblù, trascinati da un efficace Boni, mantengono il filo concludendo la prima frazione sul -2, 16-14, sprecando la possibilità nell’ultimo possesso di accorciare ulteriormente.
Nella ripresa l’equilibrio permane e Modena tocca il -1 sul 16-15 con la rete di Nunzio Di Matteo. Bologna, sospinta da un grande pubblico reagisce e piazza un controbreak di 3-0 grazie alle reti di Savini e Tedesco. I rossoblù, coadiuvati dalle grandi parate di Leban paiono avere le carte in regola per chiudere il match ma un colpo di reni degli ospiti rimette il punteggio in discussione sul 23-21. Di Matteo si guadagna un rigore netto che Leban neutralizza facendo esplodere il tifo rossoblù. E’ la svolta del match, Bosnjak, Savini e Gherardi guidano l’assalto finale toccando il +4 che chiude i conti. A nulla vale l’ultimo sforzo di Modena che chiude alla sirena in ritardo di tre reti.
Quarta vittoria consecutiva per Bologna che riconquista la vetta solitaria della classifica. Calendario senza pause che vedrà capitan Garau e compagni impegnati a Carpi, Sabato alle ore 19.

Ti piace questo articolo? Condividilo!