Radio Nettuno

Pallamano – Il Bologna United vince il “Trofeo Magnani”

4 settembre 2017
Pallamano – Il Bologna United vince il “Trofeo Magnani”

UNITED – MALO 33-27 (15-12)
Handball Bologna: Rossi, Magri, Tedesco 1, Nardo 3, Cimatti 4, Pasini 1, Gherardi 3, Bosnjak 7, Mula, Argentin 5, Bonassi 3, Savini 5, Santolero, Nascetti 1, Pedretti, Racalbuto. All. Tedesco.
Malo: Marchioro M., Danieli, Marchioro P. 2, Berengan 7, Santinelli 2, Iballi, Angentin A. 4, Franzan 1, Bellini 1, Marino 3, Pavlovic 6, Damato, De Vicari 4, Grotto. All. Ghedin.
L’United Handball Bologna si regala una notte di gala battendo il Malo nella finale del Torneo Magnani aggiudicandosi una manifestazione molto sentita.
In una “Lunetta Gamberini” stracolma, coach Beppe Tedesco recupera Giacomo Savini ma deve rinunciare all’ultimo all’esperienza di Sebastiano Garau.
La gara è molto maschia e gli arbitri faticano a tenere a bada le due squadre scese in campo per aggiudicarsi un torneo che, anche se amichevole, mantiene un fascino notevole. Bologna prova a scattare avanti immediatamente trascinata da Bosnjak ma Malo, memore della gara dei felsinei la sera prima contro Tavarnelle, mette in campo una pallamano maschia e ne impedisce la fuga. Ne scaturisce una partita bella ed equilibrata nella quale inizia sin da subito ad esaltarsi un Michele Rossi, che poi risulterà decisivo. Savini ed Argentin impattano in maniera importante la gara permettendo a Bologna di chiudere avanti il primo tempo sul 15-12.
Nella ripresa la gara si innervosisce ed un metro arbitrale molto discutibile porta alla mancata espulsione si Santinelli per un pugno al volto a Nardo che fa infuriare il palazzetto. Le mani addosso dei veneti non spaventano Bologna che mette in campo una gara di grande intensità difensiva che, condita dalle grandi parate di Michele Rossi e da un attacco con molti gol nelle mani, consente un nuovo allungo sul +4. Nardo e Santinelli proseguono la loro diatriba personale che arriva al proprio culmine con un fiscale rosso all’ala felsinea che mal conclude una vicenda nella quale Santinelli esce ingiustamente punito. Pavlovic prova a tenere in partita Malo ma Bologna incanta e continua a martellare la porta del Malo con un Bonassi in grande forma ed un Cimatti cinico in contropiede.
Alla sirena c’è spazio solo per la festa di un Bologna che, meritatamente, vince un torneo nettamente dominato sin dalle prime gare nel girone, con la consapevolezza di aver un attacco dalle molteplici soluzioni ed una difesa in costante e netta crescita.

Ti piace questo articolo? Condividilo!