Radio Nettuno

Pallamano – Bologna United brillante, ma sconfitta dal Bolzano

27 Marzo 2018
Pallamano – Bologna United brillante, ma sconfitta dal Bolzano

BOLOGNA UNITED – BOZEN 23-30 (11-15)
Bologna United: Leban, Tedesco, Mula, De Notariis, Cimatti, Racalbuto 3, Garau 3, Bonassi 2, Toschi, Bosnjak 7, Mula, Rossi, Santolero 2, Savini 6, Pasini. All: Giuseppe Tedesco
Bozen: Dapiran 8, Gufler, Innerebner 3, Kammerer, Mbaye 4, Moretti 9, Pescador, Riccardi 1, Sonnerer 1, Turkovic 4, Waldner, Mitterersteiner, Goyani, Volarevic. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Fato – Guarini

Non basta il miglior Bologna di tutti i play off per avere la meglio dei Campioni d’Italia del SSV Bozen che, grazie ad una prova di forza, in un palazzetto gremito, proseguono la propria corsa in vetta alla classifica della poule play off.
Coach Beppe Tedesco, privo di Simone Gherardi, Luca Argentin e di Lorenzo Pedretti, opta per uno “starting seven” formato da Michele Rossi fra i pali, Tomislav Bosnjak, Giacomo Savini e Stefano Bonassi sugli esterni, Kevin De Notariis e capitan Sebastiano Garau in ala e Giacomo Santolero in pivot.
L’avvio è decisamente di marca ospite con Alessio Moretti (top scorer del match con 9 reti), che inizia a martellare la porta del malcapitato portiere bolognese Rossi guidando gli alto-atesini al primo break sul 1-4. La gara, nonostante il tentativo di accelerazione di Bolzano, è bellissima ed, a sorpresa, equilibrata con Bologna che, guidata da Savini, Bosnjak e dal subentrante Racalbuto, resta attaccata al match e ricuce sino al 7-8. A pesare, nell’economia del primo tempo, i tanti errori al tiro: la bravura di Volarevic ed un pizzico di imprecisione concorrono a provocare ben sette errori gravi (tra cui un sette metri e cinque tiri dai sei metri) legittimando il nuovo allungo di Bolzano che chiude il primo tempo sul 11-15 grazie alla rete, sulla sirena, della stella della Nazionale italiana Dean Turkovic. Il “Pala Boschetto”, gremito e schieratosi dalla parte dei colori rossoblù, gradisce lo spettacolo e manda le due compagini negli spogliatoi ricoprendole di applausi.
Nella ripresa è un Bologna da applausi: il rientro dagli spogliatoi scongiura i fantasmi delle ultime due trasferte pugliesi e vede una reazione, risultata travolgente anche per i favoriti assoluti alla vittoria dello scudetto. Capitan Sebastiano Garau e Tomislav Bosnjak trovano due reti che riportano a contatto Bologna. Michele Rossi chiude la porta agli attacchi di Moretti e Turkovic: Bolzano pare subire il contraccolpo psicologico. Bologna, non si accontenta preme rientra sino al 16-17, punto nel quale accade l’episodio che cambia definitivamente l’inerzia della gara: l’esterno altoatesino Francesco Mbaye, ben controllato dall’ottima difesa rossoblù, perde il controllo del pallone, commettendo infrazione ma la coppia arbitrale non ravvisa tale irregolarità facendo scoppiare le proteste della panchina emiliana. Tali proteste vengono punite con un esclusione di due minuti che lascia i felsinei in inferiorità numerica nel loro momento migliore e rende nervosa la gara. Bolzano, compagine forte e dal piglio predatorio, fiuta il momento favorevole e piazza un mortificante parziale di 1-4 che chiude virtualmente la gara. Giacomo Savini guida il tentativo di nuova e complessa rimonta ma ben due reti emiliane vengono annullate per fischi prematuri degli arbitri che li convertono rispettivamente in un sette metri (fallito da Bosnjak) ed in “un’incredibile” nove metri. Il tentativo di rimonta fallisce e Bolzano negli ultimi cinque minuti chiude la pratica, mettendo altri due preziosi punti in cascina.
A Bologna non resta che la consapevolezza di aver giocato, finalmente in questi play off, una grande partita al cospetto di un avversario di caratura superiore e costruito per difendere lo scudetto che porta cucito sul petto. Segnali importanti, dopo le due brutte prestazioni contro Fasano e Conversano, che uniti a rientri eccellenti tengono ancora aritmeticamente aperta la finestra per prolungare ulteriormente una stagione sin quì col segno +. Prossimo impegno, il prossimo Sabato 31 Marzo alle ore 18 contro i freschi vincitori della Coppa Italia Pressano.

Ti piace questo articolo? Condividilo!