Radio Nettuno

Mercato Bfc – Le verità di Zanzi e quelle domande senza risposta

1 Febbraio 2013
Mercato Bfc – Le verità di Zanzi e quelle domande senza risposta

Il mercato è finito giovedì alle 19 e venerdì mattina nell’ambito della presentazione di Lazaros Christodoulopoulos, il direttore generale rossoblù Roberto Zanzi ha fatto il punto. Ha raccontato le sue verità (che non sempre corrispondono a quanto ci risulta), cercando di spiegare le scelte che sono state fatte: “Pioli ci aveva chiesto tre cose: ridurre la rosa, prendere un portiere perché Curci purtroppo ha avuto dei grossi problemi fisici, e acquistare un attaccante esterno. Due richieste su tre sono state esaudite, mentre quella legata al portiere no, anche perché Curci comunque si è ripreso: speriamo che possa avere più continuità d’ora in poi. Il portiere? Prima di Natale avevamo chiuso per Neto della Fiorentina, poi ha iniziato a giocare e non se n’è più fatto nulla“. Quello che Zanzi non dice, però, è che il Bologna aveva già in mano l’accordo con Emiliano Viviano due settimane fa ma che lo stesso tecnico, Pioli, non lo ha voluto tra i suoi effettivi. Poi Zanzi è passato ai casi Daniele Portanova e Alberto Gilardino: “Innanzitutto ringrazio Daniele per tutto quello che ha dato alla squadra. Con il Genoa abbiamo preso degli accordi precisi su come procedere in estate: il Bologna ha un’opzione sulla comproprietà di Gilardino, ma dovremo discuterne con il suo agente. Lui si trova bene qui, contiamo di tenerlo. Perez? Ieri ho parlato con il suo agente, Delgado, e a breve ci vedremo per discutere del rinnovo. Ci aveva chiesto di non parlarne fino alla fine di gennaio perché il giocatore aveva bisogno di recuperare e di stare tranquillo, e così abbiamo fatto, ma anche Diego lo vogliamo tenere“. Anche qui è bene precisare un paio di punti: il primo è che ancora nessuno ha voluto specificare quanto ha fruttato al Bologna l’operazione Portanova; anche in questo caso i dirigenti rossoblù non lo hanno chiarito (di sicuro non c’entra nulla Gilardino). E rimanendo al Gila: se a fine campionato segnerà più di 15 gol siamo sicuri che nessuno se lo porterà via? Poi la vicenda Perez: Zanzi e Delgado si sarebbero dovuti incontrare due settimane fa ma ancora una volta l’appuntamento è stato rinviato: perchè il Bologna ritarda sempre i suoi movimenti di mercato? Infine Zanzi è intervenuto sugli ultimi esuberi: Martì Riverola e Daniele Paponi: “Abbiamo un altro mese per provare a piazzare Paponi e Riverola in altri campionati, poiché qui hanno poco spazio. Ringrazio Paponi per la massima professionalità che ha sempre dimostrato e non è vero che abbia rifiutato qualche destinazione“. Ma allora le squadre che si sono fatte vive per l’attaccante sono state rimandate a casa dal Bologna?

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!