Radio Nettuno

Luca Vitali gela la Segafredo, per la Virtus terzo ko consecutivo

12 Novembre 2017
Luca Vitali gela la Segafredo, per la Virtus terzo ko consecutivo

SEGAFREDO – BRESCIA 74 – 76
(16-22; 41-45; 61-52)
Virtus: Gentile A. 13, Umeh 6, Pajola ne, Petrovic ne, Ndoja 4, Lafayette 14, Aradori 15, Gentile S. 10, Berti ne, Lawson 6, Slaughter 6. All. Ramagli.
Brescia: Moore, Hunt 15, Vitali L. 9, Landry 16, Fall 2, Traini ne, Vitali M. 14, Moss 4, Sacchetti 10, Bushati 6. All. Diana.

Un canestro di Luca Vitali, a 3” dalla fine, ha deciso la sfida del “PalaDozza”, condannando la Virtus all’ennesima sconfitta in volata. Non mancano le recriminazioni in casa bianconera a causa dell’ennesima ultima frazione incerta sul piano offensivo.
La cronaca: pronti, via e 5-0. Poi Diana passava a zona (una 3-2 match up) e la gara cambiava volto. Primo sorpasso sul 7-8, poi, dal 16-14, break esterno di 0-10 con triple di Landry, Michele Vitali e schiacciatona di Fall. Sulla tripla di Bushati, il tabellone segnava 20-29. Pian piano entrava in partita Lafayette e la Segafredo rimaneva sempre a ruota della capolista.
Nella ripresa si alzava l’intensità difensiva dei felsinei che infilava un filotto di nove punti con tripla di Lafayette e poker di Aradori. Tripla di Umeh e 54-46 al 26’, poi missile di Alessandro Gentile e 61-51 al 29’. Nell’ultimo quarto la sveglia la suonava Landry con una bomba, poi gioco da tre di punti di Sacchetti per il 63-60. Il sorpasso arrivava con Landry sul 69-70, poi, sul 72-73, Ale Gentile sbagliava da 3 punti, Luca Vitali faceva 1/2 dalla lunetta a -16” e Slaughter impattava da sotto a 6” dal gong. Time out Diana e capolavoro di Luca Vitali che s’inventava con un giro e tiro il canestro della vittoria. Sì, mancavano ancora due secondi ed otto decimi, ma l’ultimo possesso portava al tiro Slaughter dai sei metri. Ferro e la capolista manteneva, meritatamente, l’imbattibilità.

Ti piace questo articolo? Condividilo!