Radio Nettuno

La Virtus non sbaglia, Pesaro è davvero deludente

2 Dicembre 2012

SAIE3 – SCAVOLINI 76-58
(19-17; 42-30; 64-44)
Virtus Bologna: Poeta 14, Hasbrouck 11, Minard 13, Smith 9, Gigli 4, Gaddefors, Imbrò 5, Moraschini 7, Rocca 10, Parzenski 3, Landi, Torriglia. All. Finelli.
Pesaro: Cavaliero 17, Barbour 7, Hamilton 6, Mack 4, Crosariol 14, Flamini, Clemente 6, Cesana, Bryan 4, Amici. All. Markovski.
Arbitri: Lamonica, Pozzana, Barni.
Note – Tiri liberi: Bologna 16/21, Pesaro 4/8. Tiri da tre: Bologna 6/20, Pesaro 6/23. Rimbalzi: Bologna 44, Pesaro 35.
Più facile del previsto l’affermazione della Virtus contro una Pesaro in grande difficoltà in attacco nonostante l’arrivo in panchina di Markovski.
I marchigiani, però, erano scattati meglio dai blocchi (4-8 al 3′), ma il successivo parziale di 7 a 2 rimetetteva le cose a posto e, nel secondo periodo, dopo 5′ ancora in equilibrio (28-25), la Saie3 accelerava con Hasbrouck e Rocca (38-28). Il vantaggio rimaneva in doppia cifra nella terza frazione, poi Minard usciva dal torpore e trascinava i bianconeri sul +20 (64-44 al 30′). In apertura d’ultimo periodo, Barbour sbagliava la schiacciata tutto solo in contropiede e se ne tornava subito in panchina. La Virtus amministrava, la Vuelle smetteva di giocare e c’era spazio veramente per tutti.

Ti piace questo articolo? Condividilo!