Radio Nettuno

La Segafredo sbanca Istanbul ed è capolista solitaria in Champions

7 novembre 2018
La Segafredo sbanca Istanbul ed è capolista solitaria in Champions

BESIKTAS – SEGAFREDO 90 – 94
(21-19, 41-47, 66-68)
Besiktas: Veyseloglu 8, Alexander 7, Sipahi 10, Buva 12, Rich 11, Pressey 5, Utku Al, Geyik 3, Benzing 10, Gibson 22, Mutaf, Cantekin 2. All. Ivanovic.
Virtus: Punter 15, Taylor 21, Aradori 16, M’Baye 7, Qvale 15, Pajola 6, Baldi Rossi 3, Cappelletti, Kravic 8, Berti ne, Cournooh 3, Camara. All. Sacripanti.

Rimane imbattuta in Champions la Virtus (Martin fuori almeno un mese) grazie ad una buona prestazione in riva al Bosforo. Contro i turchi del Besiktas, la Segafredo ha quasi sempre condotto in virtù di una gara offensiva importante, con poche sbavature e con tutti che hanno portato il loro mattone alla causa. Palma del migliore in campo al giovane Pajola che è stato fondamentale, bene Taylor ed importanti gli sprazzi offensivi di Punter e Qvale.
La cronaca: 4-0 e poi 6-11 al 4’. Da quell momento era un continuo botta e risposta fino al 25-26 del 12’. I bianconeri, con Pajola in campo e grazie alle triple di Aradori e Punter (2), volavano sul +10 (31-41), ma Gibson era inarrestabile e all’intervallo il punteggio era di 41-47. Nella ripresa, quasi immediato il 4° fallo di Punter, ma Pajola non lo faceva rimpiangere ed Aradori firmava, dai 6,75, il nuovo +10 (51-61). Il Besiktas, però, tornava a contatto (64-66 al 29’), ma l’aggancio non arrivava mai. Sull’80-82, erano pesantissimi cinque punti consecutivi di Taylor. I padroni di casa rientravano ancora a -2 (88-90) e, qui, ecco la zampata del peggiore sul parquet, M’Baye, con il palleggio, arresto e tiro decisivo. Infatti, i turchi sbagliavano l’attacco successivo e Qvale, dalla lunetta, chiudeva i conti a -22”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!