Radio Nettuno

La Segafredo parte benissimo, ma finisce male a Trento

1 ottobre 2017
La Segafredo parte benissimo, ma finisce male a Trento

TRENTO – SEGAFREDO 78 – 74
(13-23; 38-45; 53-64)
Trento: Forray 6 (2/2, 1/1), Shields 19 (6/7, 1/2), Beto 2 (1/2, 0/2), Sutton 10 (2/8, 2/6), Baldi Rossi 7 (2/2, 1/1), Behanan 19 (6/7, 1/2), Franke 6 (3/4, 0/1), Silins 11 (1/1, 3/4), Flaccadori (0/3, 0/1), Lechthaler ne, E. Czumbel ne. All. Buscaglia.
Virtus Bologna: Lafayette 12 (3/7, 2/6), Aradori 21 (3/4, 5/11), Gentile 15 (7/13, 0/1), Ndoja (0/1 da 3), Slaughter 6 (3/4), Umeh 12 (4/5 da 3), Rosselli (0/2 da 3), Lawson 8 (2/5, 1/1), S. Gentile ne, Pajola ne, Berti ne. All. Ramagli.

Sconfitta amara per la Virtus nella gara di esordio a Trento. Per 29’ la Segafredo, orfana di Stefano Gentile, in panchina per onor di firma, era stata praticamente perfetta: grazie al 9/13 da oltre l’arco, i primi venti minuti erano stati sempre in controllo, poi, nella ripresa, dopo i canestri di Sutton e Shields che valevano il 42-45, Nuovo allungo bianconero con un parziale di 0-13. Ad un minuto dalla terza siren ail punteggio era di 46-64, poi il patatrac: 2/2 di Trento dalla lunetta, palla persa di Umeh, ancora 2/2, questa volta Behanan, persa da Lawson, su un teorico assist di Rosselli e bomba di Sutton per il 53-64 del 30’. Sulle ali dell’entusiamo, i padroni di casa, grazie anche alla zona, recuperavano tutto il disavanzo mettendo la testa avanti, sul 67-66, con la tripla ancora di Sutton. Si arrivava alla volata sul 70-70 e, qui, dopo il 2/2 dalla lunetta di Shield, c’era una persa di Lafayette (da incubo il suo ultimo quarto) ed un facile canestro sulla linea di fondo di Sutton, allo scadere dei 24”, per un’incomprensione difensiva tra Gentile e Slaughter. Dopo il canestro del pivot virtussino del 74-72, era ancora Slaughter a farsi notare per un fallo che veniva sanzionato come antisportivo a pochi secondi dalla fine. Game over.

Ti piace questo articolo? Condividilo!