Radio Nettuno

Baseball – La Fortitudo è Campione d’Europa

3 Agosto 2013
Baseball – La Fortitudo è Campione d’Europa

Davvero una bella cornice anche a Rimini, alla “casa dei pirati” per gara2 della finale di European Champions Cup di baseball, una bellissima partita, decisa dagli episodi, decisa a favore della Var Group Unipol Bologna che, battendo 2 a 1 il Rimini baseball, si è così aggiudicata la sua quinta Coppa dei Campioni. A parte i due lanciatori partenti, Matteo D’Angelo per Bologna e Yorman Bazardo per Rimini, i due manager hanno riproposto identico lineup e identico schieramento difensivo rispetto a gara1. Diverse invece le scelte cromatiche operate dalle due società, divisa amaranto per la Fortitudo, bianca per i pirati padroni di casa. Si è sviluppato un fantastico “pitching duel” fra i lanciatori partenti, con Matteo D’Angelo partito un po’ contratto ma coraggioso e freddo da recuperare il controllo del match limitandosi a subire un punto al primo inning per la prodezza del fuoriclasse Alex Romero. Il partente bolognese ha lanciato oltre sette riprese, subendo 6 valide e concedendo 3 passaggi gratuiti, tanti quanti gli striìkeout ottenuti. Strepitosa anche la prova di Bazardo, che per otto riprese complete ha impedito ai bolognesi di avvicinarsi a casa base, prima della prodezza di un altro campione, Juan Carlos Infante (MVP della serie finale), il quale all’ultimo assalto bolognese, bissando il capolavoro di gara1, spediva la palla oltre la recinzione di destra per il pareggio. Con Pezzullo sul mound, le valide di Raul Reyes, Claudio Liverziani e Luca Bischeri valevano il vantaggio biancoblu e la Coppa dei Campioni. Il successo personale di Junior Oberto (che aveva rilevato D’Angelo) era completato dalla salvezza di Nick Pugliese.
Scintille iniziali con belle giocate difensive e un colpo da fuoriclasse per l’attacco nero arancio. Un doppio gioco difensivo chiudeva il primo attacco biancoblu, che aveva con Ermini ottenuto la prima valida dell’incontro. Addirittura strepitosa la presa al volo di Vaglio al cambio di campo, con tuffo alla sua destra sul “batti e corri” di Santora, aprendo un doppio gioco che eliminava anche Zileri, in base per ball. Un D’Angelo partito piuttosto contratto concedeva però un altro passaggio gratuito a Chiarini, prima di subire un lunghissimo doppio a sinistra di Romero, che così portava in vantaggio i suoi. Sulla successiva valida a sinistra di Gomez, Romero provava a correre a casa base, ma un’ottima e potente assistenza di Ermini, seppur fuori dal piatto, consentiva a Sabbatani di effettuare l’eliminazione. Anche al secondo inning si complicavano le cose per il partente biancoblu, che dopo i primi due eliminati subiva il doppio lungolinea di Spinelli e la successiva valida di Babini, non abbastanza profonda per far segnare il compagno. Poi D’Angelo si riprendeva e nelle riprese successive entrava in dominio della situazione. L’attacco bolognese però continuava a faticare nella lettura dei lanci di Bazardo, ma al terzo inning andava in base con il primo battitore, Malengo, che avanzava sul sacrificio di Sabbatani, ma la linea di D’Amico finiva nel guanto del pitcher e Infante eliminato in diamante. Al quinto inning invece Bischeri arrivava in seconda battendo la seconda valida biancoblu dell’incontro, alla quale si aggiungeva un errore difensivo, poi nella fotocopia dell’azione vista a casacche invertite a inizio match provava a correre a punto sulla valida di Sabbatani, ma l’assistenza di Romero a casa base era precisa e puntuale. Dopo una certa attesa, al cambio di campo il Rimini tornava a battere una valida, un singolo interno di Zileri con due out, poi l’esterno centro si faceva cogliere nel tentativo di rubare la seconda. Proseguiva la crescita dei biancoblu in attacco, che al sesto inning, con un eliminato, trovavano il primo extrabase, un doppio di Infante, che sull’out di Ermini arrivava a toccare il cuscino di terza, Bazardo risolveva con uno strikeout su Vaglio. L’ultima parte dell’incontro entrava invece nel pieno controllo dei due pitcher, che mietevano vittima su vittima, fino alla seconda parte dell’ottavo inning, quando Zileri, con un out sul tabellone, eseguiva un bunt a sorpresa che coglieva impreparata la difesa biancoblu e veniva classificato valido. D’Angelo usciva fra gli applausi dei bolognesi, sostituito sul mound da Oberto, che iniziava “mettendo a sedere” Santora, poi concedeva due passaggi gratuiti a Chiarini e Romero, prima di chiudere su Gomez. L’ultimo assalto biancoblu iniziava con Infante leadoff, che sul conto pieno eseguiva un “picchione” sul quale Chiarini nulla poteva, un fuoricampo a destra sotto il tabellone segnapunti. Il pareggio bolognese segnava anche fine della partita dell’applauditissimo Bazardo, sostituito da Pezzullo. Il rilievo otteneva due eliminazioni, poi il singolo di Reyes apriva un’occasione che capitan Liverziani non si faceva sfuggire, eseguendo benissimo un batti e corri dopo un lungo duello. Con uomini agli angoli finiva anche la partita di Pezzullo, sostituito da Corradini. Bischeri andava subito sotto di due strike, ma poi piazzava una battuta lenta sulla terra rossa davanti a Gomez, che non riusciva ad assistere in tempo utile per l’out in seconda, incespicandosi, valida comunque, quella del vantaggio della Var Group Unipol, segnato da Reyes. Toccava a Nick Pugliese difendere dalla collinetta quel minimo e prezioso vantaggio conquistato all’ultimo tuffo. Malengo raccoglieva in foul il pop di Buccheri; altissimo il pop di Bertagnon, raccolto da Vaglio; Spinelli teneva in vita i nero arancio con un singolo interno, sul quale Infante non riusciva ad assistere in tempo; Babini batteva su Pugliese: Campioni d’Europa! Campioni d’Europa! Campioni d’Europa! Campioni d’Europa! Campioni d’Europa! Le squadre premiate; Juan Carlos Infante eletto MVP della serie.

Il tabellino

Var Group Unipol Bologna ​000 000 002 = 2
Rimini Baseball ​100 000 000 = 1

Bologna: Infante ss (2 su 4), Ermini es (1 su 4), Vaglio 2b (0 su 4), Reyes ec (1 su 4), Liverziani ed (1 su 4), Bischeri dh (2 su 4), Malengo 1b (0 su 3), Sabbatani r (1 su 2), D’Amico 3b (0 su 3). Tot: 8 su 32.
Lanciatori: D’Angelo (7.1 rl, 6 bv, 1 p, 1 pg, 3 bb, 3 so); Oberto (W, 0.2 rl, 0 bv, 0 p, 0 pg, 2 bb, 1 so); Pugliese (S, 1 rl, 1 bv, 0 p, 0 pg, 0 bb, 0 so).
Rimini: Zileri ec (2 su 3), Santora ss (0 su 3), Chiarini ed (0 su 2), Romero es (1 su 3), Gomez 3b (1 su 4), Buccheri dh (0 su 4), Bertagnon r (0 su 4), Spinelli 1b (2 su 4), Babini 2b (1 su 4). Tot: 7 su 31.
Lanciatori: Bazardo (8 rl, 5 bv, 1 p, 1 pg, 1 bb, 6 so), Pezzullo (L, 0.2 rl, 2 h, 1 p, 1 pg, 0 bb, 0 so), Corradini (0.1 rl, 1 h, 0 p, 0 pg, 0 bb, 1 so).
Note. Doppi: Infante, Romero, Spinelli; Fuoricampo: Infante (da 1 al 9°); RBI: Infante, Bischeri, Romero.

Ti piace questo articolo? Condividilo!