Radio Nettuno

La BBB batte Trieste e rimane incollata alla capolista Pistoia

25 Novembre 2012

BBB – TRIESTE 78-70
(20-21; 40-33; 55-51)
Biancoblù: Harris 2, Cournooh 21, Verri 2, Pecile 22, Gasparin, Montano ne, Diviach, Cutolo 2, Pini 11, Vitali 12, Drenovac ne, Mosley 6. All. Salieri.
Trieste: Brown 11, Tonut ne, Ondo Mengue, Mastrangelo 4, Thomas 14, Filloy 11, Cantarello ne, Carra 14, Mescheriakov 8, Gandini 7, Urbani ne, Fall 1. All. Dalmasson.
Un altro finale da evitare ai deboli di cuore anche se il match s’è deciso non proprio all’ultima azione, ma alla (virtuale) penultima.
Dopo una prima frazione incerta, erano i padroni di casa a prendere qualche lunghezza di vantaggio (29-24 e poi 40-33 all’intervallo lungo). La ripresa, poi, sembrava inizialmente favorevole alla Biancoblù e, invece, Trieste metteva la testa avanti con un contropiede di Carra (48-49) subito rintuzzato da una bomba dell’Mvp Cournooh. Era poi Carra a trascinare i giuliani al nuovo sorpasso (57-58) e da lì in poi iniziava una lunghissima volata. Era determinante, allo scadere dei 24″, una tripla di Cournooh che ricacciava Trieste a due possessi a -44″ (72-67). Dopo una tripla impossibile di Filloy, la BBB chiudeva i conti dalla lunetta.
Le parole di coach Salieri a fine gara: “Abbiamo vinto contro una squadra ricca di giocatori importanti e di grande fisicità: sapevamo i rischi, volevamo riscattare la sconfitta di Verona e volevamo giocare una grande partita. Abbiamo pagato certe rotazioni obbligate per finire la partita con un determinato quintetto, ma il bello è che non abbiamo mai ceduto, seguendo la nostra linea pur dopo aver fatto vari errori. Dalla coppia di guardie titolari abbiamo avuto il via per il finale, con le triple di Cournooh e le penetrazioni di Pecile, ma dobbiamo ricordare il lavoro sporco di Mosley sotto canestro, con la stoppata che ha chiuso la partita. Bene, un gruppo che non molla mai, che crede in se stesso, e queste vittorie fortificano il carattere e l’autostima“.

Ti piace questo articolo? Condividilo!