Radio Nettuno

GP Italia Moto GP Pole Position di Vinales, in prima fila Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

3 Giugno 2017
GP Italia Moto GP Pole Position di Vinales, in prima fila Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

La pole position del Gran Premio d’Italia al Mugello nella  classe MotoGP è andata a Maverick Vinales, il leader della classifica iridata ha fermato il tempo 1’46.557, per il pilota spagnolo si tratta della terza pole su sei gare in questa stagione.

Grande  anche la qualifica di Valentino Rossi, che dopo il miglior tempo delle FP3, si aggiudica la prima fila con il secondo tempo, a 0.239s dallo spagnolo, sembra proprio che sia passato il dolore per Valentino nella pista da motocross, la prima fila si completa con la Ducati di Andrea Dovizioso che ha portato la sua Desmosedici GP17 davanti a quella del tester Michele Pirro, con quest’ultimo che aprirà quindi la seconda fila, in seconda fila le Honda ufficiali di Dani Pedrosa e Marc Marquez, staccate rispettivamente dalla vetta di 0.424s e 0.475s.
La terza fila è tutta Ducati, con la Desmosedici GP17 di Jorge Lorenzo, la GP16 dello spagnolo Alvaro Bautista e la GP17 di Danilo Petrucci, con quest’ultimo che aveva conquistato la prima fila, ma che è poi stato retrocesso causa “track exceeds limits” alla curva 5.

1 Maverick Vinales Yamaha Movistar Yamaha Motogp 1:46.575
2 Valentino Rossi Yamaha Movistar Yamaha Motogp a 0.239
3 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team a 0.260
4 Michele Pirro Ducati Ducati Team a 0.303
5 Dani Pedrosa Honda Repsol Honda Team a 0.424
6 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team a 0.475
7 Jorge Lorenzo Ducati Ducati Team a 0.577
8 Alvaro Bautista Ducati Pull&bear Aspar Team a 0.592
9 Danilo Petrucci Ducati Octo Pramac Racing a 0.691
10 Tito Rabat Honda Eg 0,0 Marc Vds a 0.707
11 Johann Zarco Yamaha Monster Yamaha Tech 3 a 0.744

Ieri bellissima cerimonia con l’inserimento nella All of Fame del motociclismo del grandissimo Marco Lucchinelli vincitore di un mondiale nella classe 500 nel 1981 con la Suzuki,

Fa il suo  nella categoria regina nel 1976 con Suzuki, chiudendo la sua prima stagione iridata con tre piazzamenti sul podio ed il quarto posto in classifica generale, dopo  tre annate ricche di alti e bassi, nel 1980 conquista la sua prima vittoria mondiale in Germania, al quale si aggiungono altri quattro podi che gli consentono di chiudere al terzo posto in classifica piloti.

Il 1981 sarà il suo anno d’oro: cinque vittorie, un secondo posto ed una terza piazza, oltre alle tante battaglie di cui si è reso protagonista gara dopo gara, gli permetteranno di conquistare la corona iridata.

Passato poi a Honda l’anno successivo, fu protagonista nel corso della gara a Salisburgo di una violenta caduta ad alta velocità mentre era in lotta con Uncini per la vittoria, pur uscendone quasi illeso, da quel momento la sua carriera subì una brusca frenata, non riuscendo più a lottare per il successo.

Il suo nome si aggiunge a quello di tanti colleghi, come ad esempio Agostini, Dohann, Kato,  Stoner, Simoncelli Roberts e ovviamente il suo acerrimo nemico Franco Uncini.

 

Ti piace questo articolo? Condividilo!