Radio Nettuno

Giovanili – Bertoncello regala un sorriso agli Eagles

4 Febbraio 2013
Giovanili – Bertoncello regala un sorriso agli Eagles

UNDER 17 ECCELLENZA

EAGLES – BSL 72 – 71

(23-18; 44-35; 55-54)

Eagles: Brighenti ne, Cempini 19, Pellegrino 2, Candi, Valenti 6, Gambetti 7, Poli 7, Bertoncello 14, Pesino 11, Pampani 6. All. Mastellari.

San Lazzaro: Sgorbati 12, Grilli, Venturi 14, Fornasari 14, Campagna, Bernardi 2, Forni, Roncarati 8, Masrè, Franceschelli 4, Ginevri 7, Mellara 8. All. Rocca.

E la vittoria del carattere dei mai domi, una settimana passata senza allenarsi tra gite e influenze e la “solita” assenza di Martino Mastellari. La partita ha visto subito i padroni di casa imporre i propri ritmi difensivi mentre la BSL è stata un po’ a guardare. Rotazioni impossibili per coach Mastellari con Candi in campo per onore di firma e il resto della panchina con la casacca della croce rossa. Nonostante ciò a metà partita gli aquilotti sono sul 44 a 35 grazie all’ottima vena di Cempini con un repertorio “All Over”, fatto di contropiede coast to coast, arresto e tiro dai 5 mt e 1vs1 in pivot basso.  Nel terzo quarto le squadre sbagliano molto, la BSL recupera fiducia grazie a Fornasari. L’ultimo quarto è di sostanziale equilibrio per le emozioni degli ultimi 40″, i ragazzi biancoblù non si arrendono neppure quando l’ottima conduzione arbitrale sanziona un paio di difficili fischiate a favore degli ospiti annullando un canestro di Cempini e non concedendo due tiri liberi su un fallo in conclamata azione di tiro. La contesa si chiude a fil di sirena con un ottima penetrazione di Bertoncello che assegna la meritata vittoria agli Eagles. La parola a coach Mastellari: “Era una partita fondamentale per noi questa con la BSL, nel loro miglior momento dell’anno e ci siamo arrivati dopo una settimana nella quale ci siamo allenati a gruppetti di 2/3 alla volta, tra influenze e gite scolastiche. Solo stamattina negli spogliatoi ci siamo rivisti insieme con ancora addosso l’odore del derby perso di un punto con la Virtus. Abbiamo vinto grazie all’impegno e all’umiltà di tutti quanti, certo fa piacere essere consapevoli di avere lavorato ottimamente in palestra con un ragazzo come Matteo Cempini che si sta esprimendo a livelli eccelsi, ma voglio sottolineare i progressi in generale di tutti i ragazzi che hanno fatto passi importanti nell’apprendimento del gioco individuale e di squadra. Detto questo faccio ai complimenti ai miei giocatori che sanno come non mollare mai“.

Ti piace questo articolo? Condividilo!