Radio Nettuno

Fortitudo – Ufficiale il pivot Gandini (e il ritorno di Pasi)

5 Luglio 2016
Fortitudo – Ufficiale il pivot Gandini (e il ritorno di Pasi)

Fortitudo Pallacanestro comunica di aver raggiunto l’accordo con il pivot Luca Gandini che è il primo, nuovo giocatore della squadra che affronterà il prossimo campionato di serie A2.
Nato a Trieste il 7/11/1985, Gandini è un centro di 206 cm. e, nell’ultima stagione, ha indossato la maglia della Pall. Mantovana.
Dopo gli inizi nel settore giovanile locale, Gandini si trasferisce a Lumezzane, in B1, dove resta per 4 stagioni consecutive.
Nel 2009/10, la prima esperienza a Verona in Serie A Dilettanti mentre nella stagione successiva disputa sempre lo stesso campionato ma con la maglia dell’Aquila Basket Trento.
Nel campionato 2011/12 torna nella sua Trieste, chiudendo la stagione con 8.3 punti e 7.9 rimbalzi in 29 minuti di media e conquistando la promozione in Legadue. Nella stagione successiva, disputa tale campionato sempre con la maglia di Trieste.
Nel 2013 avviene il suo secondo approdo a Verona, dove rimane per due stagioni consecutive. Ultima esperienza, quella dello scorso campionato con gli ‘Stings’, nel girone Est del campionato di serie A2, con una regular season in cui mantiene una media di 2,9 punti segnati e 3,4 rimbalzi catturati in 15,4 minuti di impiego. Gandini indosserà la maglia numero 18.

Inoltre, viene inserito nei ranghi dirigenziali una nuova, importante figura. Si tratta di Alessandro Pasi, 48enne laureato in giurisprudenza, 2 figli, che torna in Fortitudo dopo gli anni trascorsi (dal 2000 al 2008) nel settore giovanile biancoblù, prima di ricoprire il ruolo di Direttore Sportivo a Rieti, Napoli e Roseto. Tre anni trascorsi in Virtus (dal 2011 al 2014) come Dirigente Responsabile del settore giovanile poi, nell’ultima stagione, un nuovo incarico da Direttore Sportivo in quel di Ferrara.

Pasi curerà, in questo suo ‘ritorno alle origini’ in biancoblù, i rapporti con le varie istituzioni sportive (FIP, LNP, GIBA, USAP) e sarà attivo anche per seguire lo sviluppo del settore giovanile.

Ti piace questo articolo? Condividilo!