Radio Nettuno

Fortitudo – Ok per il PalaDozza, raduno il 19 agosto alle ore 18

8 Agosto 2013
Fortitudo – Ok per il PalaDozza, raduno il 19 agosto alle ore 18

Quattro allenamenti più la partita alla domenica. Di più era impossibile. La Fortitudo, quindi, riparte, dopo l’incontro tra il garante Calamai, il presidente Anconetani ed il responsabile marketing Pavani da una parte e l’assessore Rizzo Nervo dall’altra, da una certezza in più, il PalaDozza. Ad eccezioni di eventi già calendarizzati, la squadra allenata da Tinti potrà usufruire dell’impianto tutti i mercoledì, giovedì, venerdì e sabato, oltre alle 15 gare domenicali. Fortitudo, però, dovrà trovare una o più persone, a sue spese, in grado di far funzionare correttamente l’impianto.
Tra l’altro questa mattina Marco Calamai era venuto a trovarci nei nostri studi durante la trasmissione “Scusate l’interruzione”. Queste le sue parole:
“A fine aprile ci sono stati i primi contatti e, all’inizio, la richiesta di Fortitudo 2011 era diversa, ma assolutamente incompatibile con i miei impegni lavorativi. Ho accettato come garante perchè il progetto avesse una sua fondatezza e, a tutt’oggi, sono retribuito da F2011 e, in teoria, avrei un incarico temporalmente a termine. Mi sono, però, reso conto in itinere che ‘gli altri’, FIP in primis, pretendono che il garante rimanga, anche se con un profilo defilato e, probabilmente, soltanto fino al 30 giugno 2014”.
C’è un po’ di confusione sulle cifre del budget; puoi spiegare meglio? “Il budget per la squadra è complessivamente di poco superiore ai 150 mila euro, che è sulla media della categoria; il budget della società, invece, potrebbe anche sforare i 600 mila euro. Il raduno è previsto per lunedì 19 agosto, alle ore 18, al PalaDozza, poi partenza per Monghidoro”.
La squadra? “Ad oggi abbiamo firmato Caroldi, Venturelli, Fin e siamo ad un centimetro da Sabatini, De Ruvo e Pederzini. Quaglia? Credo che costi, al momento, troppo. Gazzotti? Giocatore discontinuo e non sappiamo se vorrà scendere in DNB. Non faccio il nome di Filippini perchè non sapendo chi saranno il 4 ed il 5 titolare, potrebbe, per lui, non esserci spazio; penso che ha potenzialità interessanti, potrebbe fare molto di più e non ha ancora espresso il suo top. Cutolo ieri era molto vicino, oggi è più lontano, ma siamo disposti, per lui, a fare un sacrificio; aspettiamo che torni dall’Indonesia. Ammetto che le mie prime scelte erano Casadei, Ranuzzi, Pignatti e Losi”.
C’è da ricostruire un settore giovanile. “Sarà il giovane Matteo Franceschini ad aiutare Dante Anconetani anche nei rapporti con le altre società; non possiamo adesso sapere quante squadre esattamente metteremo in campo non sapendo quanti turni-palestre avremo; forse faremo una piccola foresteria per il livornese Lenti (classe 1996 – ndr) ed il fabrianese Bartolozzi (altro lungo, ma del 1995 – ndr). Rizzardi? Confermo che sarà dei nostri, ma non sappiamo esattamente con quale incarico. Coach Breveglieri ha, al momento, un contratto con Modena ed un costo troppo alto per noi”.
Problema sponsor? “Aspettiamo una risposta da un main sponsor importante, ma, comunque, ho altre idee ambiziose perchè ho constatato che la Fortitudo è un marchio che in Italia piace ancora e un’azienda potrebbe entrare con costi da serie B, ma una visibilità da serie A.
Se ti dico Gherardo Sabatini? “Non ci sono problemi col ragazzo, da quel che so io, anche il padre è entusiasta della scelta; è meglio di quello che la gente pensa”.
Tasto dolente, capitolo tifosi. “I primi due incontri con i Club organizzati sono stati tra i più difficili della mia vita. Io credo di aver ricucito molto, ma rispetto anche quelle persone che rimangono perplesse; mi dispiace che queste perplessità, però, diventino, ogni tanto, aggressione. Questa non è la Fortitudo storica, ma ha le caratteristiche per essere quella vera, ritengo sia unita ed è quella che oggi ci possiamo permettere”.
L’abbonamento costera? “Credo che 100 euro sia la cifra giusta per un posto in gradinata; poi, se ci sarà un piccolo adeguamento, vedremo. La FdL ha fatto un ottimo lavoro ed ha permesso alla società di avere un certo respiro economico; spero di avere a settembre altri 750 abbonamenti”.
Non avete un sito e neppure un addetto stampa; Pungetti potrebbe rientrare? “Fabrizio credo sia stato ingiustamente sostituito nel suo ruolo in L2, ma paga la colpa, ovviamente è una battuta, di essere stato chiamato da Bonamico; noi non siamo in grado di garantire un contratto, ma solo un rimborso spese; punteremo su colleghi giovani, ma state tranquilli che a settembre saremo pronti”.
s.m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!