Radio Nettuno

Fortitudo, che giornataccia: perde partita e coach…

25 Marzo 2018
Fortitudo, che giornataccia: perde partita e coach…

UNIEURO – CONSULTINVEST 91 – 67
(17-16; 43-21; 70-43)
Forlì: DiLiegro 15, Castelli 7, Fallucca 5, Naimy 15, Campori, Jackson 30, Gellera ne, Bonacini ne, Severini 14, Thiam 2, Ravaioli ne, De Laurentiis 3. All. Valli.
Fortitudo: Cinciarini 14, Mancinelli 2, Okereafor 8, Fultz 14, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 18, Gandini 3, Amici, Rosselli 2, Pini 2, McCamey 4. All. Comuzzo.

Sarà stata l’assenza del coach (Boniciolli non si è sentito bene nel prepartita), del pubblico di fede Fortitudo o la voglia di regalare una gioia ai propri tifosi di Forlì, ma la gara del “PalaFiera” è stata, sorprendentemente, quasi a senso unico.
La cronaca: i romagnoli sbagliavano i primi sette tiri, ma arpionavano anche diversi rimbalzi in attacco e, così, la Consultinvest toccava il massimo vantaggio (solo +4) sull’8-12 al 6’. Severini impattava dai 6,75 e Fallucca colpiva sempre dalla lunga distanza per il sorpasso (17-14). Nel secondo quarto ultimo vantaggio ospite sul 17-18, poi clamoroso parziale di 18 a 0, con Jackson scatenato dall’arco e con Severini e Naimy che, nel frangente, non erano da meno. La Fortitudo non riusciva a reagire e crollava a -22 sul 43-21, con le cifre che parlavano in maniera eloquente: 0/7 da 3, 26-17 il computo a rimbalzo per l’Unieuro e 53-15 la valutazione.
Nella ripresa ci si aspettava una reazione e, invece, la forbice si ampliava fino al 59-31 del 25’ (missile del solito Jackson). Forlì toccava il massimo vantaggio sul 70-40 (bomba di… avete già capito) e poi gestiva il bottino. Nelle prime curve dell’ultima frazione, la Consultinvest aveva un sussulto, rientrava a -21 (77-56), ma le successive triple di Jackson e Severini chiudevano ogni discorso.

Ti piace questo articolo? Condividilo!