Radio Nettuno

ESCLUSIVA – Salieri: “Acciaccati, ma competitivi per la sfida con Jesi”

8 Febbraio 2013

Coach Stefano Salieri, ai nostri microfoni, presenta la sfida contro Jesi in programma domenica al PalaDozza. L’infermeria è piena, ai noti infortuni di Harris, Pecile e Cutolo (anche se Harris e Cutolo stringeranno i denti e ci saranno) si sono aggiunti gli acciacchi di Verri, che ha subito una contrattura, Gasparin e Vitali, colpiti da un attacco febbrile. Non fa drammi però coach Salieri, contro Jesi non cerca alibi e vuole portare a casa i due punti. Parlando dell’avversario, teme molto la fisicità dei lunghi marchigiani, Maggioli in primis, ma rispetto all’andata hanno inserito anche alcune pedine fondamentali come il play Sanders e l’esperto Zanelli. Inoltre, vengono da due vittorie consecutive e sono una formazione ostica. “Serve una partita al limite delle nostre possibilità, dovremo dare il massimo per battere Jesi”, continua Salieri. Mercato? Sul fronte entrate, il coach della Biancoblu lancia un messaggio alla società: “se dovesse arrivare qualcuno, sarei ben contento. Da parte mia le porte sono spalancate, ma prima dovremo muoverci in uscita, e comunque le decisioni finali spettano alla società”. Non manca una nota polemica tra le sue parole, in riferimento al calendario messo in piedi dalla Lega. “Questo calendario è frutto d’improvvisazione e non ha molto senso, non permettendo alle società di programmare e creando problemi anche di pubblico”.
Prima di chiudere rilancia l’iniziativa della società, che ha chiesto ai propri supporters di indossare un indumento biancoblu: “la trovo un’ottima iniziativa, simpatica e adatta al momento” ha chiosato Stefano Salieri.

La lotta per i playoff è serrata e David Cournooh, play-guardia, della Biancoblu non ha dubbi: “bisogna vincere per non perdere il treno delle migliori, bastano due vittorie per arrivare in alto, ma con altrettante sconfitte si è in fretta nelle zone basse. Il campionato è lungo e non possiamo fare calcoli, alla fine vedremo se saremo stati in grado di meritarci i playoff”.
Cournooh contro Jesi tornerà a pieno regime, dopo un infortunio. “Sto bene ed ho voglia di continuare a dimostrare il mio valore” ha aggiunto il giovane play. “È la mia seconda partita dopo l’infortunio, cercherò di dare tanta energia e vivacità alla squadra”.
David è in prestito a Bologna dalla Mens Sana Siena, alla domanda sul suo futuro cerca di sviare l’argomento: “a giugno faremo i calcoli, ed è ovvio che molto dipende da Siena, anche se qui mi trovo benissimo”.
E infine il sogno della maglia azzurra: “ho indossato la maglia dell’Italia all’All Star Game ed è stata un’emozione fortissima, in futuro farò di tutto per conquistarla, è il sogno di tutti giocare con la nazionale maggiore, solo con il duro lavoro e tanto sacrificio potrò ottenerla”.

a.t.

Ti piace questo articolo? Condividilo!