Radio Nettuno

ESCLUSIVA – L’Idea di Cvetanovic e Arimattei: “Felici a Bologna”

26 Ottobre 2012

 

Due “martelli” a Radio International Bologna per raccontare queste prime settimane di Idea Volley e di Bologna. E le emozioni di un esordio con Villa Cortese che poteva essere devastante. “Domenica è andata benissimo – spiega Marina Cvetanovic –  potevamo anche vincere ma va bene così. Ora andiamo a Giaveno: sarà dura giocare da ex contro di loro, è la squadra con cui sono venuta in A1, ma speriamo di fare bene. Il mio impatto con la prima serie? E’ tutto più veloce, la differenza è netta. I nostri punti di forza? Combattiamo su ogni pallone, non molliamo mai. Il gioco di squadra è, per ora, la nostra caratteristica“. Cvetanovic è di Capodistria. “In Slovenia ora nello sport, come in tante altre realtà, c’è una grande crisi. Il mio buon italiano? L’ho imparato a scuola, sono qui in Italia da tre anni, ma sono stata anche in Francia vicino a Marsiglia. Bologna? La città mi piace ma devo ancora capirla, vengo da realtà piccole e con il traffico che c’è mi devo ancora abituare“. Sofia Arimattei è felice per l’avvio di campionato e per la risposta dei tifosi. “Le nostre aspettative? Sicuramente meglio pensare ad una partita alla volta, abbiamo carattere, dopo un inizio lento ci siamo riprese. Non ci aspettavamo tanta gente al palazzo, ci hanno dato una bella carica: avevo paura ci fosse poco pubblico, specie nelle grandi città non è semplice perchè ci sono altri sport più pubblicizzati. Ma la risposta è stata importante. Nelle prossime partite dovremmo fare punti e ce la metteremo tutta“. Cosa manca ancora per essere al top? “Ci mancano ancora degli equilibri, solo la Petrucci e la Stufi hanno giocato insieme. Il mio curriculum? Io ho cominciato a giocare a 8 anni, ho fatto tre esperienze all’estero a Benidorm, a Murcia e in Kazakhistan: lì è stata dura, ero in una città chiusa costruita vicino ad una centrale nucleare. Bologna? Mi piace molto, mi ha sempre affascinato, è bello passeggiare in centro“.

m. m.

Ti piace questo articolo? Condividilo!