Radio Nettuno

Eagles, sconfitta amara in volata nella bolgia di Bari

14 Ottobre 2012
Eagles, sconfitta amara in volata nella bolgia di Bari

CUS BARI – EAGLES 70 – 67
(15-25, 29-39, 52-50)
Bari: Bisconti 9, Bonessio 8, Ruggiero 25, Bonfiglio 11, Didonna 2, Bernardi ne, Giannini, Laquintana 10, Cardillo ne, Barozzi 5. All. Putignano.
Eagles Bologna: Silimbani, Circosta 16, Raminelli 8, Piazza 16, Pederzini 12, Chinellato 2, Tullio, Potì 13, Harizaj ne, Botteghi ne. All. Padovano.
In vantaggio per quasi 30′, ancora una volta gli Eagles hanno rallentato nel quarto decisivo, l’ultimo.
L’avvio era tutto di marca ospite. Bologna trovava subito il 6-0 con Piazza, Circosta e Raminelli; Ruggiero provava a interrompere l’inerzia, ma Pederzini e ancora Raminelli costringevano la panchina di Bari a chiamare time out dopo 3′ (2-10). Al rientro Laquintana, Bonfiglio e Ruggiero provavano a trovare confidenza con il canestro, ma gli esterni bolognesi fissvaano l’8-19 del 7′, che diventava 10-23 ad un minuto dalla fine in virtù del 2/2 dalla lunetta ancora di Potì. Al rientro, dopo un botta e risposta Chinellato-Bisconti, Bonfiglio, Didonna e Ruggiero infilavano un break di 8-2 (25-29), ma i felsinei rispondevano subito per le rime con un 10-2 firmato Piazza, Circosta e Pederzini. Solo il canestro di Bonessio, in chiusura di frazione, permetteva al Cus di mantenere il -10 (29-39) anche al secondo intervallo.
Nella ripresa tutt’altra musica e Bari riduceva a due le lunghezze di distanza già al 25′ (42-44). Raminelli provava a tenere in quota i suoi ma, trascinati da uno splendido pubblico, i padroni di casa trovavano il primo sorpasso al 27′ grazie alla tripla di Laquintana e al canestro di Bisconti (47-46). Bologna non mollava e con Potì ribalta la situazione (47-49). L’ultima frazione si apriva in fotocopia: Ruggiero bucava la retina ancora da tre e Bologna segnava solo ai liberi (4/6) con Perderzini, Raminelli e Piazza. Al 35′ il punteggio era piantato sul 55-54. Toccava a Barozzi riallungare sul +4, ma Circosta manteneva le squadre ad un solo possesso di distacco. Era Ruggiero (25 punti con il 50% dal campo) che, con due bombe, regalava il massimo vantaggio ai biancorossi (64-56) al 37′. Gli Eagles provavano a ricucire con Piazza e Raminelli, ma Bisconti, Bonfiglio (decisivo il 2/2 dalla lunetta per l’ex Virtus) e Bonessio replicavano colpo su colpo sino al 70-67 finale.

Ti piace questo articolo? Condividilo!