Radio Nettuno

DNC – Il Castiglione si fa un bel regalo, ma quanta fatica!

23 Dicembre 2012
DNC – Il Castiglione si fa un bel regalo, ma quanta fatica!

CASTIGLIONE MURRI – PSE 71-67
(23-13, 33-23, 49-51)
Castiglione Murri: Riguzzi, Chiarini 11, Verdi, Mini 18, Iattoni 21, Beccari 5, Lugli 3, Flori ne, Martelli 4, Albertini 9. All. Carretto.
Porto Sant’Elpidio: Torresi 8, Polidori 16, Tombolini 9, Chiericozzi 1, Sagripanti, Marota, Valentini 1, Postacchini, Carletti 6, Facenda 26. All. Schiavi.

Dottor Jekyll, Mister Hyde e poi di nuovo Dottor Jekyll. Partita per cuori forti al Cierrebì di Bologna dove il Castiglione Murri supera per 71-67 Porto Sant’Elpidio, ritrovando il successo dopo due sconfitte consecutive e blindando il secondo posto nel girone D dietro alla capolista Lugo. Biancoblu capaci di dare lezione di pallacanestro nei primi due quarti, per poi smarrire incredibilmente l’inerzia del match nel terzo e recuperarla in un quarto periodo emozionante. Pronti via e, dopo il canestro di Polidori, sono Beccari e Iattoni (nella foto – ndr) ad allungare (6-2), prima che “mister tripla” Mini cominci a prendere confidenza con il canestro dalla lunga distanza. Tre acuti consecutivi dell’esterno biancoblu firmano il 16-4 per il Castiglione Murri che allunga sul 21-6 quando anche il rientrante Albertini dimostra di saperci fare dai 7 metri, mentre Iattoni, a quota 7 nel primo quarto, comincia a mettere fieno in cascina. Dal canto suo Porto Sant’Elpidio si affida all’inossidabile Facenda, unico a fare canestro, con 9 punti, insieme a Polidori. Nel secondo parziale entrambe le squadre calano ed il livello del gioco scende, con tanti errori da ambo le parti. Sono Chiarini, Iattoni ed Albertini a scuotere il Castiglione Murri, mentre Facenda e Polidori continuino a mantenere a galla Porto Sant’Elpidio (33-23). Che nel terzo quarto piazza un break di 11-0 con tre triple consecutive di Facenda ed un canestro di Carletti che valgono il soprasso (33-34). La squadra di Carretto accusa il colpo e Facenda affonda ancora (44-50), prima che la tripla di Lugli ricucia lo strappo sul 49-51 della terza sirena. Nel quarto periodo la partita si accende. Iattoni impatta (51-51) e Tombolini, da 8 metri, riporta avanti Porto Sant’Elpidio (51-54). Carretto chiede concentrazione con veemenza e, dopo l’ennesimo canestro di Facenda (53-57), la tripla di Beccari riporta in partita i biancoblu (56-57). Torresi, rientrato dalla panchina, tenta l’allungo (57-63), ma Chiarini e due triple di Mini, autore di 18 punti con 6/7 da tre, valgono il 67-63 a -1’30”. Porto Sant’Elpidio cerca di aggrapparsi al talento dei suoi solisti, ma la precisione di Chiarini ai liberi (71-65) chiude ogni discorso.

Ti piace questo articolo? Condividilo!