Radio Nettuno

DNC – Il Castiglione Murri si deve arrendere a Milanotre

3 Novembre 2013
DNC – Il Castiglione Murri si deve arrendere a Milanotre

MILANOTRE – CASTIGLIONE MURRI 75 – 61

(19-19, 37-31, 52-46)

Milanotre: Tandoi 11, Giocondo 30, Iacono 6, Delmenico 1, Darwish 11, Colombo 14, Picco, Piva 2, Soresina, Palumbo. All. Pugliese.

Castiglione Murri: Mazzoli 3, Riguzzi 9, Ventura, Verdi, Iattoni 5, Beccari 12, Lollini 11, Botteghi 2, Secchi ne, Albertini 19. All. Carretto.

Seconda sconfitta consecutiva per il Castiglione Murri superato 75-61 da Milanotre nella quinta giornata del campionato di Divisione Nazionale C. Non inganni il risultato finale perchè, dopo l’inaspettato scivolone casalingo con la Nervianese, la squadra ha dato a Carretto alcune delle risposte che il tecnico cercava, ma in Lombardia si sono fatte sentire la defezione di Lugli, fuori per due mesi per la rottura dello scafoide, e le non buone condizioni atletiche di alcuni giocatori importanti del Castiglione Murri. Starting five biancoblu con Riguzzi, Beccari, Lollini, Iattoni e Albertini con i giovani Ventura e Secchi nei dieci. Buon approccio alla partita, soprattutto nella fase offensiva, per il Castiglione Murri che archivia il primo quarto in parità (19-19). Poi emerge la fatica non ancora smaltita dopo il posticipo con la Nervianese e Milanotre dilata il suo vantaggio. All’intervallo lungo è 37-31 per i padroni di casa, che respingono gli assalti degli avversari anche alla terza sirena. Il Castiglione Murri si aggrappa al buon feeling di Albertini con il canestro avversario, ma nel quarto periodo è Milanotre ad allungare e a portare a casa il successo. “Per due quarti – afferma Carretto – abbiamo giocato bene con un ritmo difensivo che non avremmo potuto tenere per tutta la partita. Nel primo periodo siamo andati bene soprattutto in attacco, concedendo qualcosa di troppo in difesa, ma dal secondo quarto in poi abbiamo faticato ad attaccare la loro zona. Non abbiamo avuto la freddezza necessaria, le gambe e la fiducia per fare canestro. Abbiamo tirato con 2/22 da tre, una percentuale ingiusta per il talento che abbiamo. Se avessimo preso quei tiri con le gambe sane, avremmo avuto una percentuale almeno doppia”. Al di là delle giustificazioni il Castiglione Murri si è presentato incerottato a Milano. “Riguzzi ha un problema al collo, Beccari al ginocchio, Albertini alla schiena, Iattoni era claudicante e, in un’altra situazione, non avrebbe giocato, e Lollini deve recuperare una condizione non brillante. Non è una giustificazione, ma la realtà dei fatti. Abbiamo reagito bene dopo la sconfitta con la Nervianese, ma non ci sono state le gambe per portare a casa il successo”. Che dovrà arrivare già da sabato prossimo, quando, al Cierrebì, arriverà Bergamo, una delle favorite per la promozione.

Ti piace questo articolo? Condividilo!