Radio Nettuno

DNC – Il Castiglione Murri doma, a fatica, lo Scirea

17 Febbraio 2013

CASTIGLIONEIATTONI

CASTIGLIONE MURRI – SCIREA 70-57

(14-9, 31-31, 50-45)

Castiglione Murri: Riguzzi, Chiarini 3, Verdi ne, Mini 13, Iattoni 25, Beccari 1, Lugli 12, Botteghi 8, Martelli 4, Albertini 4. All. Carretto.

Gaetano Scirea Bertinoro: Montaguti 2, Solfrizzi 18, Dal Seno, Piani 9, Manucci 10, Merenda, Fabiani 10, Ravaioli, Compagni 8, Chezzi ne. All. Serra.

Il Castiglione Murri si aggiudica 70-57 il big match con Bertinoro e, in attesa della partita di Porto Sant’Elpidio, si insedia al terzo posto solitario nel girone D del campionato di DNC.

Successo più faticoso del previsto per i padroni di casa che scontano qualche calo di attenzione di troppo, ma riescono comunque a vincere meritatamente. Si comincia con una tripla di Chiarini che sposta gli equilibri (3-0), prima che Iattoni e Mini scavino il primo break (12-2), a cui Bertinoro risponde con un buon Fabiani, con Piani, Compagni e con Solfrizzi che scalda i motori (14-9) in una partita che lo vedrà protagonista. Infortunio per Chiarini, costretto ad uscire per il riacutizzarsi di una calcificazione alla caviglia che non gli permetterà più di rientrare. Nel secondo quarto il Castiglione Murri cala di intensità e Bertinoro ne approfitta, rifacendosi sotto con Compagni, preciso ai liberi, con Manucci, che ricuce, e con Solfrizzi che firma il primo sorpasso dei forlivesi (16-17). Tocca a Lugli e a Iattoni, mvp e top scorer del match con 25 punti, riprendere l’inerzia della partita (24-22), prima che le triple di Fabiani (26-28) e di Piani (28-31) mantengano incerto il risultato che, grazie ad una tripla di Iattoni, decreta la parità all’intervallo (31-31). Nel terzo quarto Solfrizzi comincia a macinare canestri (31-33) e, dopo lo show di Iattoni (37-33), sono Manucci ed un tecnico alla panchina del Castiglione Murri a ridare il vantaggio a Bertinoro (37-39). La partita diventa vibrante e Mini e Iattoni da una parte e Solfrizzi dall’altra cominciano a darsi battaglia (50-42). Dopo la tripla di Solfrizzi (50-45) è Lugli a conquistarsi il ruolo da protagonista, suonando la carica ai compagni prima con il canestro del 52-45 e poi con la tripla del 57-50 e con i liberi del 63-52. C’è gloria anche per Martelli 65-54, prima che Mini e Lugli rispondano a Solfrizzi per un successo meritato e che ricandida il Castiglione Murri ad un ruolo da protagonista in campionato.

Ti piace questo articolo? Condividilo!