Radio Nettuno

Decima fatale per la Lavoropiù al PalaBakery di Piacenza

2 dicembre 2018
Decima fatale per la Lavoropiù al PalaBakery di Piacenza

BAKERY – LAVOROPIU’ 78 – 72
(14-17; 37-40; 61-60)
Piacenza: Castelli 7, Green 17, Perego 8, Cassar 1, Guerra, Pederzini 10, Crosariol 7, Pastore 3, Voskuil 25, Bracchi ne, Buffo. All. Di Carlo.
Bologna: Sgorbati 3, Cinciarini 11, Mancinelli 7, Franco ne, Benevelli 8, Leunen 17, Simon ne, Venuto 3, Rosselli 9, Fantinelli 6, Pini, Hasbrouck ne. All. Martino.

Si interrompe a 9 la striscia di vittorie consecutive della Fortitudo che cade, sorprendentemente in volata, al cospetto di una Bakery quasi perfetta e desiderosa di riscatto con l’esordio del nuovo coach Di Carlo (espulso al 35’ per somma di tecnici). Sono stati i due americani (12/19 da 3 punti) a permettere ai biancorossi di vincere, ma anche fisicamente la formazione di casa ha retto al confronto, pur concedendo qualche rimbalzo offensivo di troppo (17!) alla Lavoropiù. Martino non cerca la scusa Hasbrouck, ma non c’è ombra di dubbio che, nel rovente epilogo, la guardia americana sarebbe servita, eccome se sarebbe servita.
La cronaca: Sgorbati e Benevelli in quintetto, con l’imolese che si francobollava su Voskuil. Dal 5-0 iniziale si passava al 5-10, poi 7-13 con un buon Leunen, ma la Bakery chiudeva il periodo a contatto (14-17). Nuovo allungo ospite con Pini e Leunen per il 19-30, ma nuova reazione piacentina con Voskuil che si svegliava con due triple pesantissime (37-40 al 20’). Nella ripresa ancora Leunen e tabellone che saliva sul 40-49 al 23’. Break di 13 a 1 con i due americani di casa scatenati (53-50). Triple di Venuto e Mancinelli ed iniziava l’ultimo quarto con la Bakery sul +1 (61-60). La F tentava l’ennesima fuga sul 65-70 a poco più di cinque minuti dalla fine, ma Pederzini e Voskuil s’inventavano tre canestri d’autore (73-70 al 37’). La Lavoropiù era sulle gambe, gli arbitri fischiavano proprio il minimo sindacale ed era Castelli a colpire da 3 punti, dall’angolo, allo scadere dei 24”. La mazzata finale la dava Crosariol su assist di Green: 78-70, 46” alla fine e poteva iniziare la festa biancorossa.

Ti piace questo articolo? Condividilo!