Radio Nettuno

Cherubin: “Questione di testa. E il tempo stringe..”

16 Ottobre 2012
Cherubin: “Questione di testa. E il tempo stringe..”

“E’ un anno fondamentale per la mia carriera”. Non si tira indietro Niccolò Cherubin, difensore del Bologna, di fronte alle responsabilità che viste le assenze forzate di Natali e Portanova, Pioli gli sta conferendo.
“C’è da migliorare sia a livello di squadra sia da parte mia. Difesa a 3 o 4 non e’ importante, conta la mentalità, guardate con la giusta testa che girone di ritorno abbiamo fatto l’anno scorso! Dobbiam essere più cattivi, lo siamo solo a tratti, ed è un peccato perchè questa squadra ha qualità”. Il Bologna oggi saprà se il sopralluogo ad Is Arenas darà esito positivo per l’apertura totale dello stadio al pubblico, o per la sola parzaiale agibilità: “veniamo da un match fatto male, Cagliari sarà una prova importante per tutti. Non parlo di reparti ma di squadra, vinciamo e prendiamo gol tutti, facciamo errori di concentrazione che fortunatamente sono migliorabili. C’è tempo per farlo, sì, ma dobbiamo iniziare subito. Il calendario e’ difficile e proprio per questo dobbiamo pensare partita dopo partita. E’ il momento d esser concreti.
Cherubin ha aggiunto di non aver mai giocato centrale nella difesa a tre, ma di essere disposto a provare. “Allenarsi con Gila – ha concluso – per un difensore e’ uno stimolo a migliorarsi. Lo perdi un secondo e vedi la palla nel sacco”.

L.V.

Ti piace questo articolo? Condividilo!