Radio Nettuno

Champions, una bella Segafredo mette sotto anche Strasburgo

15 novembre 2018
Champions, una bella Segafredo mette sotto anche Strasburgo

SEGAFREDO – STRASBURGO 87 – 81
(13-18; 40-40; 61-58)
Virtus: Punter 26 (4/6, 6/12), Pajola 6 (2/2, 0/1, 2/2), Taylor 10 (4/7, 0/2, 2/2), Baldi Rossi 5 (1/3, 1/2), Cappelletti ne, Kravic 8 (2/3, 4/4), Aradori 9 (1/5, 2/3, 1/2), Berti ne, M’Baye 11 (4/7, 0/2, 3/4), Cournooh 7 (2/5, 1/2), Camara ne, Qvale 5 (2/4, 1/1), All. Sacripanti.
Strasburgo: Collins 20 (8/18, 1/2, 1/2), Beyhurst, Serron 7 (3/4, 0/0, 1/1), Eddie 11 (1/4, 3/4), Nzeulie 8 (0/2, 2/2, 2/2), Green 12 (2/6, 1/4, 5/6), Pietrus, Fall 13 (6/11, 1/4), Lang 2 (1/3), Traorè 8 (3/8, 2/3), All. Collet.

Rimane imbattuta la Segafredo, che vince anche contro Strasburgo, al termine di una battaglia che s’è decisa negli ultimi cinque minuti. Strepitoso il finale di Punter, ma tutti hanno portato il loro mattoncino, con M’Baye che ha confermato di essere in crescita e con Pajola decisivo, come sempre, nel girare la partita a favore dei bianconeri.
La cronaca: dopo le prime schermaglie (3-4 al 2’), erano i francesci a volare via con Green e con un Collins incontenibile (10-18 al 9’). Era Pajola, con la sua energia, a trascinare i compagni al sorpasso (26-25, canestro di Kravic). Taylor rispondeva presente, ma il +5 del 16’ (32-27), veniva annullato da Strasburgo che andava al riposo, meritatamente, sul 40-40. Ripresa ancora punto a punto fino alle ultime curve del terzo quarto con la Virtus che allungava (61-55). Dal 67-60 al 67-69 con due triple consecutive di Nzeulie ed Eddie. Qui, però, Bologna esprimeva il suo massimo in difesa, mentre in attacco Punter colpiva da campione (76-69). Ancora la guardia americana per le bombe dell’80-72 e dell’85-76, la tripla che chiudeva i giochi anche se, negli ultimi secondi, i francesi tornavano a due possessi in chiave differenza canestri.

Ti piace questo articolo? Condividilo!