Radio Nettuno

Calcio a 5 – Troppo forte la Lazio per il Kaos

29 Dicembre 2012

LAZIO-KAOS 3-0 (primo tempo 0-0)
Lazio: Barigelli, Pc, Bacaro, Tostao, Foglia, Dimas, Parrel, Ippoliti, Marchetti, Jav. Salas, Juan Salas, Patrizi. All. D’Orto.
Kaos Futsal: Laion, Vinicius, Scandolara, Andrè, Kakà, Sapia, Jeffe, De Cillis, Salerno, Drago, Tuli, Barbi. All. Capurso.
Arbitri: Gallo di Torre Annunziata e Bedendo di Rovigo. Crono: Ferretti di Roma.
Marcatori: 5’27” Bacaro (L), 14’23” Juan Adrian Salas (L), 20’00” Ippoliti (L) nel 2° tempo.
Note: ammoniti Scandolara (K) e Salerno (K).

Alla Futsal Arena di Tor di Quinto, il Kaos non riesce a fermare la corsa della lanciatissima Lazio. È fin troppo severo il punteggio finale nei confronti dei neri, che giocano alla pari con i secondi in classifica senza riuscire, però, a ripetere le vittorie esterne ottenute con Luparense e Montesilvano. “Una partita equilibrata – commenta il patron Marco Calzolari – spezzata dal loro primo gol. Dopo ci siamo sbilanciati e abbiamo preso il 2-0. Fino alla rete dello svantaggio, avevamo contenuto bene i nostri avversari e la partita era sul filo dell’equilibrio. Dal punto di vista individuale la Lazio ha mostrato qualcosa di più di noi, soprattutto nei cambi. Lo spettacolo nel secondo tempo è stato condizionato dai troppi falli fischiati dagli arbitri, che non hanno influito sul punteggio ma hanno fischiato troppo in una partita molto corretta”.
Mister Capurso schiera in quintetto Laion, Kakà, Vinicius, Scandolara e Jeffe, dall’altra parte D’Orto parte con Barigelli, Pc, Tostao, Bacaro e Foglia. La prima occasione è per i locali con Tostao, mentre i neri si fanno vedere in fase offensiva con Jeffe che intercetta palla e si invola in contropiede, chiamando all’uscita il portiere avversario. La Lazio cerca le giocate di Foglia e vuol fare la partita, il Kaos però è ben messo in campo e dopo il timeout di Capurso sfiora la rete con Andrè. Nei minuti a seguire la formazione di Capurso deve fare i conti con le ammonizioni a capitan Scandolara e Salerno, proprio sul calcio di punizione che segue al cartellino giallo al pivot dei neri Laion si supera neutralizzando il missile di Bacaro.
Dopo un primo tempo di studio, la gara cambia decisamente al rientro con maggiori spazi e più occasioni per entrambe le squadre. In apertura Laion serve Kakà, ma Barigelli in uscita chiude bene lo specchio. Il punteggio si sblocca con Bacaro, che vede premiato il suo taglio con l’assist del compagno e batte l’incolpevole Laion. La fortuna non sorride al Kaos, che arriva a un passo dal pareggio: Scandolara ruba palla a Dimas, corre in contropiede e solo il palo gli nega il gol. Forti del vantaggio, i padroni di casa cercano di imprimere un’ulteriore accelerazione per chiudere il match. Laion salva in due occasioni su Parrel e Bacaro, mentre la formazione di Capurso riesce a creare occasioni da rete senza però arrivare al pari. Il match è fisico ed entrambe le squadre arrivano al quinto fallo personale, poi a 6’ scarsi dal termine i laziali chiudono l’incontro con la rete di Juan Adrian Salas. Nei minuti a seguire il Kaos sfiora cerca di dimezzare le distanze con un tiro di Laion che termina di poco a lato e una bella azione di Andrè Ferreira; sulla sirena finale arriva il 3-0 di Ippoliti.

Ti piace questo articolo? Condividilo!