Radio Nettuno

Calcio a 5 – Trasferta impegnativa in Abruzzo per il Kaos

14 Dicembre 2012

Parte oggi in pullman, in direzione Montesilvano, il Kaos, impegnato domani (sabato 15 dicembre) a Montesilvano nella nona giornata di campionato. Al PalaRoma (ore 18), i neri dopo due vittorie consecutive hanno sul proprio cammino un importante banco di prova. Proprio nell’ultima trasferta i neri avevano stupito andando a vincere sul campo della Luparense, per poi ripetersi sabato scorso al Palasavena contro Putignano: ora, sul campo abruzzese (pochi chilometri da Pescara), Scandolara e compagni cercano di ripetersi e allungare la striscia positiva.
Tra i convocati di mister Leopoldo Capurso c’è l’ultimo arrivato Salerno, il pivot prelevato dalla serie di B di Imola. Ha salutato il gruppo, invece, Tonidandel, che è stato ceduto in prestito al Gruppo Fassina: a Felipe la società augura le migliori fortune per il prosieguo della stagione. Dall’altra parte ecco Montesilvano, seconda in classifica a due punti da Asti, con un bilancio di sei vittorie e due sconfitte, e la miglior differenza reti della serie A con 36 segnate, il doppio di quelle subite. Nelle fila abruzzesi il sorvegliato speciale è Borruto, al centro di voci mercato, e attuale capocannoniere della serie A con 11 reti.
In settimana il Kaos ha iniziato a lavorare al PalaBoschetto di Ferrara, ed è stata una buona settimana di allenamenti per il gruppo in cui si è subito inserito il neoacquisto. “Salerno ha dimostrato in questi giorni di poter essere all’altezza del gruppo. Ha i movimenti tipici del pivot – la presentazione di mister Capurso – ed è un mancino, che a noi mancava: fa gli stessi movimenti che fa Kakà con il destro. Non ha mai giocato in serie A ed è a tutti gli effetti una mia scommessa, che la società ha accettato: sono sicuro che farà bene”. Montesilvano, reduce da tre vittorie negli ultimi quattro incontri, è un’avversaria scomoda. “È una squadra giovane, brillante, veloce. Ha giocatori importanti, sta facendo bene e merita la classifica che occupa. È in salute, e lo dimostrano i risultati: questa è la trasferta più difficile finora”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!