Radio Nettuno

Calcio a 5 – Kaos da applausi, sbancato il parquet di Bassano

2 Dicembre 2012

LUPARENSE – KAOS (primo tempo 1-0) 3-4
Luparense: Cavicchio, Euler, Honorio, Canal, Rogerio, Putano, Pedotti, Saiotti, Bertollo, Buonanno, Abdala, Secchieri. All. Colini.
Kaos Futsal: Laion, Vinicius, Scandolara, Andrè, Kakà, Sapia, Jeffe, De Cillis, Tonidandel, Drago, Tuli, Petriglieri. All. Capurso.
Arbitri: Massini di Roma1 e Chiariello di Barletta. Crono: De Coppi di Conegliano.
Marcatori: 19’14” Canal (L) nel 1° tempo; 1’40” Kakà (K), 4’58” Scandolara (K), 14’00” Canal (L), 15’43” Jeffe (K), 16’05” Rogerio (L) e 19’51” Andrè (K) nel 2° tempo .
Note: ammoniti Rogerio (L) e Scandolara (K).
Successo storico per il Kaos che viola 3-4 il parquet dei campioni d’Italia della Luparense, sfoderando una gran prestazione e mettendosi così alle spalle le ultime due sconfitte. A decidere l’incontro è Andrè Ferreira a 9” dal termine, che ruba palla e infila la porta sguarnita degli avversari. I neri esultano al termine di un incontro equilibratissimo, che nel primo tempo aveva visto i veneti chiudere in vantaggio 1-0 con la rete di Canal a 40” dalla fine su azione da palla inattiva mentre Scandolara e compagni avevano creato tanto, senza però trovare la via del gol come nell’ultimo match con l’Acqua e Sapone.
Nel secondo tempo però la formazione di Capurso pareggia subito i conti con Kakà e poi sorpassa con capitan Scandolara al 5° innescato da Laion. Canal pareggia al 14° ma Jeffe riporta i neri avanti su calcio di punizione, è altrettanto immediata la replica della squadra di Colini che pareggia dopo pochi secondi con Rogerio alla prima azione col portiere di movimento in campo. Nel finale Andrè Ferreira si erge a match winner, con la rete che vale i tre punti.
A fine gara esulta il presidente Angelo Barbi. “È stato un secondo tempo proprio da cuori forti, in una partita scoppiettante fin dalle prime battute, che ci ha visto chiudere il primo tempo in svantaggio nonostante avessimo creato di più. Abbiamo pareggiato, ci siamo portati avanti poi chiaramente abbiamo subito la reazione della Luparense, anche se abbiamo avuto un paio di occasioni limpide per chiudere la partita. Abbiamo subito il 2-2 ancora su palla inattiva, poi nel finale è stato bravo Andrè a mettere la palla tra i pali. Eravamo reduci da due sconfitte immeritate – conclude il presidente dei neri – soprattutto l’ultima: ci siamo ripresi il maltolto di sabato, con un gran secondo tempo in casa dei campioni d’Italia”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!