Radio Nettuno

Basket – Alla Libertas Bologna la… Crema è indigesta

4 Novembre 2013
Basket – Alla Libertas Bologna la… Crema è indigesta

CREMA – MECCANICA NOVA 83 – 69
(25-20, 44-41, 64-56)
Crema: Zagni 19, Scarsi ne, Capoferri 18, Giosuè ne, Castorani 12, P.Caccialanza 16, Sforza, Gibertini 4, Rizzi 5, Picotti 9. All. Visconti.
Libertas Bologna: Nori 13, Landi 8, Tassinari 4, Crudo 8, Iannelli ne, Cabrini, De Pretto 6, Tava 22, Santarelli 6, Cordola 2. All. Scanzani.

Partita sempre guidata dalle padrone di casa, con la Meccanica Nova ad inseguire a stretto giro nel primo tempo, mettendo qualche volta anche qualche possesso di vantaggio, ma sempre ripresa delle ragazze di coach Visconti. Il break arriva nel secondo tempo, sotto i colpi dall’arco delle scatenate cremasche, che infilano una giornata da 12/26 dalla lunga distanza, punendo con regolarità la retroguardia bolognese. Non basta un canestro da centro campo di Tava (che accorcia le distanze al 30’ sul 64-56) per rientrare, anche se a metà dell’ultima frazione di gioco la Libertas è nuovamente li a soli due punti costringendo al timeout la Tec Mar. Il finale, però, segue il copione di giornata con Capoferri e Caccialanza ad infilare triple pesanti e determinanti, mentre in attacco una Meccanica Nova confusionaria non trova soluzioni contro la zona e perde contatto progressivamente sino al finale 83-69.
Servirà altra determinazione e un’altra faccia alla Libertas ora attesa a due delicati match casalinghi con la quotata Broni e Ferrara, diretta compagine ai medesimi punti, tra le rivali per un posto nei playoff.
Al di là della giornata positiva al tiro di Crema, le giovani bolognesi sono attese a ben altra grinta e impatto alla gara, troppo remissive in difesa (25 punti incassati nel primo quarto) che potevano costare caro da subito ed una maggiore concentrazione in attacco con troppi palloni persi in maniera banale.
Ci sono note positive nel match rossoblù, ad esempio un ottimo 55% al tiro da due o i 26 palloni recuperati, mentre fanno il proprio esordio in stagione Cabrini e Cordola, sette minuti per entrambe con due punti per l’ala torinese. Top scorer Alessandra Tava a quota 22pt (8/15 dal campo) in doppia cifra con Nori (13pt), ma troppi rimbalzi concessi all’attacco cremasco, ben 15 che sono costati possessi aggiuntivi che la Tec Mar ha saputo convertire e sfruttare a proprio vantaggio.

Ti piace questo articolo? Condividilo!