Radio Nettuno

Baseball – L’UnipolSai fa la voce grossa e lascia a zero Nettuno

30 Giugno 2018
Baseball – L’UnipolSai fa la voce grossa e lascia a zero Nettuno

Dopo tre ore di gioco, la UnipolSai Assicurazioni ha battuto il Città di Nettuno, sconfitto al Gianni Falchi con il risultato di 6 a 0, nella prima partita del terzo turno del girone di ritorno del campionato di baseball di serie A1. Un triplo di Alessandro Vaglio (2 su 4, 3 RBI) al quarto inning e un doppio di Giuseppe Mazzanti (2 su 4) al quinto hanno prodotto nella parte centrale del match le due segnature che hanno fatto la differenza in una gara equilibrata, almeno fino valida da due punti del capitano all’ottavo inning che ha messo in ghiaccio il risultato e le successive di Nick Nosti (2 su 4) e Kevin Moesquit (3 su 5 con un doppio) che hanno posto il sigillo finale. Robel Garcia (2 su 3, un doppio) completa la lista dei biancoblu che hanno battuto valido. Da sottolineare la maiuscola prova sul mound di Jorge Martinez (7 inning, 6 valide, una base ball, 8 strikeout), che ha vinto il difficile duello con Scott Richmond, attingendo a piene mani all’ampio campionario di lanci in suo possesso, conquistando così la quinta vittoria personale. Murilo Gouvea (2 IP, 1 H, 2 SO) ha completato la shutout con salvezza.
Dopo il classico primo inning di studio, nel quale si registra solo la valida di Moesquit, al secondo gli ospiti danno il via alle ostilità riempiendo le basi con un eliminato (quattro ball Montiel, valide di Sparagna e Colagrossi), ma risponde alla grande Martinez con due strikeout. Al cambio di campo valida di Mazzanti e quattro ball a Garcia, ma Bologna non punge. Al terzo inning il Città di Nettuno colpisce altre due valide, con Rodriguez e Aguilera, ma con due out sul tabellone Montiel non converte. Al cambio di campo l’occasione più importante dei biancoblu nella prima parte del match, con basi piene e un eliminato, con attacco aperto dalle valide di Nosti e Moesquit, poi l’out al volo di Flores prima di un lancio pazzo che fa avanzare i corridori. I laziali concedono la base intenzionale a Marval, ma è Mazzanti a sciupare battendo sull’interbase che avvia un doppio gioco difensivo. Al quarto inning è un lampo di Vaglio a portare in vantaggio l’UnipolSai. Il capitano, con un out sul tabellone, batte un triplo al centro destra che manda a punto Garcia, autore di una valida, atterrando poi spettacolarmente in tuffo per la scivolata sul cuscino di terza. I biancoblu però non riescono a segnare altri punti. Al quinto inning i tirrenici falliscono l’immediato pareggio. Con un eliminato e uomini agli angoli (valida di Sellaroli, che poi ruba la seconda e singolo di Caradonna, con arrivo in base molto contestato dai biancoblu) è Rodriguez a battere in doppio gioco. Raddoppia invece Bologna al cambio di campo: Marval va in base su errore del corpulento Aguilera e Mazzanti stavolta punisce con un secco doppio a sinistra che fa volare a punto il ricevitore venezuelano. Alla soglia dei cento lanci, Richmond viene sostituito da Simone sul mound nettunese nel corso del sesto inning. Si conclude così la parte centrale dell’incontro con la Fortitudo in apparente controllo. Merito anche di un autorevole Martinez che viene confermato sulla collinetta a oltranza, agevolato anche dai frettolosi battitori ospiti. D’altra parte è un’alternanza di lanci di varie tipologie, con la caratteristica comune di entrare quasi sempre nell’area di strike. Comunque all’ottavo inning sale Gouvea a sostituire l’applaudito partente cubano, incassando una valida da Caradonna, vanificata dalla battuta in doppio gioco di Rodriguez. All’ottavo inning i biancoblu chiudono definitivamente il match, segnando quattro punti, due dei quali battuti dalla valida di Vaglio, che manda a segno Lampe (base ball) e Garcia (doppio), poi il singolo di Nosti e il doppio di Moesquit portano il risultato sul 6 a 0, che non muta dopo l’ultima difesa bolognese.

Ti piace questo articolo? Condividilo!