Radio Nettuno

Baseball – L’olimpionico cubano Montieth agli Athletics!

24 Febbraio 2016
Baseball – L’olimpionico cubano Montieth agli Athletics!

L’ufficialità c’è da pochissimi giorni, ma il colpo di mercato degli Athletics è di quelli che fanno notizia. La formazione bolognese, dopo una lunga trattativa con le autorità cubane, è riuscita ad ingaggiare il lanciatore destro cubano Frank Andry Montieth Herrera. Il “primo lancio” ufficiale dell’operazione è stato dato da Radio Rebelde sabato scorso, nelle edizioni del notiziario, quando ancora, ad onor del vero, il contratto non era stato firmato ma evidentemente la notizia era ghiotta. La notizia è stata poi ripresa nei notiziari della TV di Stato: Frank Andry Montieth Herrera, primo starting pitcher della squadra della Capitale, e da oltre un decennio componente della Nazionale Cubana, una volta terminato il campionato cubano, lancerà in Italia, in serie A federale, con la O.M. Valpanaro. E come tutte le cose che riguardano gli Industriales, la notizia ha avuto immediata risonanza fra gli appassionati di baseball dell’Avana e dell’intera Cuba. Solo nella giornata di oggi si è però concluso l’iter burocratico, con un accordo molto articolato fra la squadra bolognese, la federazione cubana di baseball ed il giocatore. Un accordo frutto di un lungo lavoro, portato avanti con costanza e determinazione dalla società gialloverde, la quale è cosi riuscita per prima in Italia a portare in Italia un top player come un componente della Selecciòn, rispettando le regole del gioco definite dal governo cubano. Nato l’11 gennaio del 1985, il trentunenne lanciatore destro è stato uno dei migliori prospetti caraibici fin da giovane età. Già nella stagione 2003-2004 nel massimo campionato cubano si distinse con la maglia degli Industriales con 3 vittorie e 13 salvezze per una media di punti guadagnati sul lanciatore di 2.34 che gli valse il titolo di Rookie of the Year a scapito del famoso Yohenis Cespedes. Sempre nel 2004 vinse poi la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Atene anche se lanciò solo 2 riprese affrontando 8 battitori e concedendo una sola valida e non subendo nessun punto. Nel 2005 partecipò alla Coppa del Mondo giocata in Olanda dove vinse il match contro la Svezia. Da quel momento inizia per Montieth un estate intensa tra diversi campionati Internazionali avendo perso l’occasione di partecipare al World Baseball Classic. Dopo essere stato protagonista assoluto di gara7 per gli Industriales, match che consegnò il titolo alla sua squadra, Montieth partecipa ai Giochi del Caraibi del 2006 a cartagena vincendo 2 match con una media pgl di 1.53. Sempre nel 2006 ma a Taiwan vinse, sempre con Cuba, la Coppa Intercontinentale vincendo 1 solo match con una media risicata di 0.66 e subendo 6 valide in 13.2 riprese lanciate classificandosi 4° miglior lanciatore come strike out inflitti agli avversari. Nel 2008 un brutto infortunio lo tiene fuori dal campionato e poi dalle competizioni internazionali, ma con perseveranza risale la china, tornando ad essere protagonista nella sua squadra e poi, nel 2015, a ritornare finalmente in nazionale, partecipando al Premiere12 Indiscutibili anche i dati relativi ai 13 anni di militanza con la formazione cubana della capitale. Dal 2003 ad oggi, Montieth ha vinto oltre la metà dei propri incontri (.598 di media con 67 vittorie, 45 sconfitte e ben 126 salvezze) lanciando 877.2 riprese con una media pgl di 3.32, subendo 832 valide e ben 552 strike out. Ovviamente soddisfatto il manager gialloverde Ronald Duarte, che ne ha caldeggiato l’ingaggio: “Montieth è un giocatore di grande capacità ed esperienza, ed una ottima persona. E’ il personaggio ideale per trasmettere a tutti i nostri giovani metodo di lavoro e conoscenze tecniche. Da lui mi aspetto non solo che renda la nostra squadra competitiva, questo è ovvio e non ho dubbi. Mi attendo che con lui i nostri giovani facciano un ulteriore grande salto di qualità” Per l’O.M. Valpanaro avere un giocatore come Montieth dovrebbe consentire di essere protagonista nel prossimo campionato della Serie A federale.

Ti piace questo articolo? Condividilo!