Radio Nettuno

Baseball – La Fortitudo non può sbagliare a Novara

7 Luglio 2016
Baseball – La Fortitudo non può sbagliare a Novara

Il quinto weekend del girone di ritorno della IBL 2016, il terzultimo “trittico” prima dei playoff, vede ormai definito il quadro delle quattro squadre che disputeranno le semifinali a partire dal 28 luglio, nell’attuale ordine: Bologna, Rimini, Nettuno e San Marino. Solo un tenue filo di speranza tiene aggrappato il Parma ad una remota chance di ricongiungimento con una delle quattro squadre di testa, che molto probabilmente si spezzerà nel corso di questo weekend, che vede peraltro i ducali osservare il proprio turno di riposo.

Resta sicuramente da definire l’ordine finale di classifica ed i relativi accoppiamenti per le sfide playoff, con il vantaggio del fattore campo per le semifinali favorevole a chi arriverà primo o secondo al termine della regular season. In particolare le prime tre in classifica se la giocheranno in altrettanti confronti diretti, mentre il San Marino, che allo stesso tempo rincorre e deve ancora fermarsi per la sosta, cercherà di rimontare cercando di fare bottino pieno con il Padova (questo weekend) e il Parma (all’ultima giornata). Dunque i riflettori sono sicuramente di nuovo puntati sul campo di Nettuno, dove i padroni di casa attaccheranno i campioni d’Italia del Rimini, con l’obiettivo minimo di vincere il weekend per raggiungerli in classifica e pareggiare il computo degli scontri diretti. Proprio Nettuno e Rimini saranno gli avversari dei biancoblu nei successivi due weekend.

Da questa sfida potrebbe trarre beneficio proprio  UnipolSai Assicurazioni, che è attesa da una trasferta sulla carta abbordabile – ma mai sottovalutare questi appuntamenti – per affrontare il “fanalino di coda” Novara, sempre più in fondo alla classifica e per giunta “acciaccato”, avendo perso per infortunio lo scorso weekend ben quattro giocatori, a partire dal giovane ex biancoblu Lorenzo Dobboletta (a tal proposito, auguri di pronta guarigione al talento bolognese), in uno scontro di gioco con il compagno di squadra Bertuccelli, anch’egli infortunato, poi a completare il quadro gli infortuni a Varalda e al ricevitore Marquez, del quale la società piemontese ha già annunciato il sostituto, l’italo venezuelano Angelo Torrellas. Le partite si disputano allo stadio Provini, venerdì 8 luglio (ore 21) e sabato 9 luglio (ore 16 e 21).

A convalidare queste considerazioni anche l’opinione del manager UnipolSai Fortitudo, Daniele Frignani: “.non abbiamo l’assillo del primo posto e il nostro percorso è continuare la crescita per arrivare ai playoff nella miglior forma possibile; certo che abbiamo l’occasione di sfruttare in questo weekend lo scontro diretto fra Nettuno e Rimini, che dovremo poi affrontare nei prossimi due”. Non mancano le preoccupazioni, “la sfida con Aristil è sempre dura …”, e malgrado l’infermeria al momento sia vuota permane un’attenzione su un atleta che sarebbe bene avere al meglio durante la post season: “stiamo valutando ancora l’utilizzo di Russo, che come si è visto è già pronto in battuta, mentre per quanto riguarda la corsa c’è ancora da lavorare; comunque avere tutti a disposizione ci dà più opzioni per affrontare il weekend”. Sicuramente il partente di gara1 sarà come sempre Zielinski, mentre il sabato toccherà a Rivero e Panerati non si sa ancora in quale ordine.

Il Novara, allenato da Clayton Carson, è una squadra coriacea, a dispetto della classifica e anche dei numeri, che la vedono soccombere in ogni statistica di specialità. Si pensi che Bologna ha il miglior attacco della categoria (media battuta .279) e il miglior monte di lancio (MPGL 1.90), mentre i piemontesi sono ultimi come attacco (.183), monte di lancio (5.45) e anche difesa (45 errori, media .960), settore nel quale i biancoblu sono in recupero dopo un avvio di stagione faticoso (30 errori, .971, media al livello di Padova e Nettuno, dietro solo a Rimini e Parma). Tuttavia sono davvero tante le gare perdute di misura o comunque di pochi punti, nelle quali il Novara è sempre uscito a testa alta, dando l’impressione che un bilancio di 2 vittorie e 28 sconfitte sia davvero molto punitivo. In particolare, il Novara presenta alcuni giocatori davvero interessanti che potrebbero ben figurare in qualsiasi team IBL. Il primo ad essere citato, con una punta di orgoglio, è Alex Bassani, uno dei quattro giovani giocatori provenienti dalla Fortitudo e “prestati” alla causa novarese (gli altri sono Agretti, Anselmi e Dobboletta), che si è prodigato nel doppio ruolo di battitore e lanciatore, non di rado esprimendosi in alcuni match in entrambi i compiti. Alex è stato utilizzato 9 volte sul mound, 4 da partente, collezionando uno dei due successi del Novara, a fronte di una sola sconfitta, per una media PGL di 3.82, secondo solo come media al quinto ex biancoblu, Yulman Ribeiro (0-4, una salvezza, 3.19). Bassani è poi stato a lungo ai vertici della classifica individuale di media battuta IBL ed attualmente occupa il 18° posto con .283, alle spalle del compagno di squadra, il ricevitore venezuelano Jairo Marquez (.286, 2 doppi, un fuoricampo e 6 RBI). Alex è rimasto il primo dei suoi come punti battuti a casa (10), seguito in questa classifica da Gabriele Tealdi, terzo miglior battitore della squadra (.241, due doppi, un triplo, un fuoricampo, 8 RBI). Fra i lanciatori vanno sicuramente citati gli stranieri, il dominicano Jonnathan Aristil (0-9, 3.86) e il venezuelano Orangel Arenas (1-5, 5.80), che in coppia con Ribeiro hanno dato vita a sfide equilibrate con tutte le altre coppie di lanciatori stranieri del campionato.

Come sempre radiocronache su Radio Nettuno, 97.00 Mhz. www.radionettuno.it

FOTO FIBS

Ti piace questo articolo? Condividilo!