Radio Nettuno

Baseball – De Santis segna la via e l’UnipolSai raddoppia

30 Luglio 2016
Baseball – De Santis segna la via e l’UnipolSai raddoppia

VIDEO INTERVISTA DANIELE FRIGNANI

Bottino pieno per la UnipolSai Assicurazioni nella “mini serie” delle prime due partite della  semifinale playoff del campionato IBL 2016 giocate allo stadio Gianni Falchi. Bissando il successo in gara1, la squadra bolognese ha vinto anche questa sera contro il Nettuno, affermandosi con il risultato di 4 a 2, potendo così affrontare con la massima serenità e l’immutata concentrazione la trasferta nel Lazio, una seconda “miniserie” di due e se serve tre partite, tenendo conto che passerà il turno e andrà in finale chi per primo raggiungerà quattro successi.

La partita è stata molto equilibrata ed è stato decisivo per i biancoblu iniziare il match con la giusta aggressività per produrre subito due segnature, la prima propiziata ancora una volta da Claudio Liverziani e la seconda da Alex Sambucci. Poi dei veri e propri “botta e risposta” nelle riprese successive hanno aggiunto un paio di punti per parte, l’ultimo segnato al quarto inning da Alessandro Vaglio, autore di un bel doppio, nonostante le comunque buone prove dei due partenti: Luca Panerati (4.1 riprese, 6 valide, 4 K, 2 P, 1 PGL) e Milvio Andreozzi, alla fine lanciatore perdente. Ancora meglio hanno fatto i rilievi, perché dal quinto inning al termine dell’incontro il punteggio non è più cambiato, dunque onore al merito al rilievo tirrenico Valerio Simone, ma ancor più va sottolineata l’eccellente prova vincente di Riccardo De Santis, che ha lanciato 4.2 riprese, concedendo 2 valide, una base ball, a fronte di ben 5 eliminazioni al piatto. Il Nettuno ha battuto più valide rispetto ai felsinei (8 contro 5), che però hanno meritato pienamente il successo, dimostrando sicuramente maggior concretezza, o se si vuole una certa dose di “cinismo”, sfruttando a proprio vantaggio anche almeno un paio dei tre errori (troppi) commessi dagli ospiti.

Bologna ancora senza l’infortunato Cedeno, sostituito nel lineup da Fuzzi, che occupa il cuscino di seconda base, con Vaglio interbase. Marval a ricevere e Russo scelto come battitore designato. Tre su tre giu per Panerati al primo inning e al cambio di campo anche stasera Infante guadagna quattro importanti ball, avanza sulla battuta di Fuzzi, non trattenuta da Mercuri, va in terza su lancio pazzo e segna sulla volata di sacrificio in foul di Liverziani. Con due eliminati, anche Sambucci mette la firma con una valida a sinistra, che manda a punto anche Fuzzi per il raddoppio. Mazzanti suona la carica al secondo inning battendo la prima valida degli ospiti, poi in situazione di due eliminati, dopo un avanzamento su lancio pazzo, va a segnare anch’egli sul doppio al centro di Giannetti il punto che accorcia le distanze. Divario che viene ristabilito al cambio di campo, quando Ambrosino guadagna il secondo passaggio gratuito dei biancoblu, avanza sino in terza sulla valida di Russo, segnando sulla battuta in scelta difesa di Grimaudo. Con due eliminati, al terzo inning Mercuri batte un singolo al centro, poi un errore di Fuzzi tiene vivo l’attacco laziale, che produce una segnatura sulla valida al centro del solito Mazzanti, che porta il provvisorio sul 3 a 2. Panerati comunque non si scompone, chiude la ripresa senza altri danni e anche la successiva senza mettere corridori in base. Un doppio in piedi apre invece il quarto attacco biancoblu, è di Vaglio che spedisce la palla fra gli esterni e nell’azione successiva va a segnare il 4 a 2 sull’errore della difesa, che difende malissimo l’ottimo bunt di Ambrosino. E’ anche il capolinea di Andreozzi (che è anche l’autore dell’errore), sostituito dal rilievo Simone, che ferma l’emorragia. La battaglia però continua e questa volta è Sellaroli al quinto inning a suonare la trombetta d’attacco con un singolo a sinistra, seguito da una valida fortunosa di Mercuri. Con un eliminato e due basi occupate, anche Panerati saluta, rilevato da De Santis, che neutralizza Fondin e Mazzanti. I lanciatori di “setup”, concedendo briciole agli attacchi, hanno il merito di “congelare” il punteggio. Al settimo inning un De Santis degli anni “ruggenti” risolve la pratica con tre strikeout. Simone invece dal quinto al settimo ottiene 8 out di fila. Si arriva dunque all’ottavo inning quando De Santis concede una base a Mazzanti e subisce valido da Torres. Con un out sul tabellone e la breve visita del pitching coach Radaelli, la partita riprende con un lungo flyout di Imperiali, che fa avanzare ancora Mazzanti, poi De Santis risolve con il suo quarto importantissimo K. Un errore di Mercuri al cambio di campo interrompe la serie dell’incolpevole Simone, che esce applaudito dallo sportivo pubblico bolognese, sostituito da Morellini, che elimina subito il pericolo facendo battere Sambucci in doppio gioco. L’attacco però continua con quattro ball a Vaglio seguiti dalla valida interna di Ambrosino, spegnendosi tuttavia sulla volata a destra di Russo. Ecco allora De Santis confermato sul mound per ottenere gli ultimi tre out, che arrivano con una certa facilità, grazie alla maestria e all’esperienza del pitcher maremmano, che chiude il suo ennesimo successo personale assorbendo la linea di Sellaroli.

FOTO FIBS DUCK PRESS

Ti piace questo articolo? Condividilo!