Radio Nettuno

Baseball – Cuore UnipolSai, sbanca ancora Rimini e impatta la serie

24 Agosto 2017
Baseball – Cuore UnipolSai, sbanca ancora Rimini e impatta la serie

Al termine di una vera e propria maratona durata oltre 4 ore e 30 minuti, la Fortitudo espugna nuovamente il campo del Rimini per 8-4 al decimo inning e forza la semifinale playoff alla quinta e decisiva partita in programma sabato 26 agosto alle ore 20.30 allo stadio Gianni Falchi di Bologna. Sotto 4-1 nel punteggio al quarto inning, Vaglio e compagni pareggiano il risultato al sesto, grazie anche al fuoricampo di Garcia. Dopo diversi colpi di scena, la partita si decide al decimo inning, quando la Fortitudo, trascinata dalle valide di Grimaudo (doppio), Agretti, Flores e Sambucci segna 4 punti e conquista la partita. Roberto Corradini, terzo pitcher di serata dell’UnipolSai dopo Pizziconi e Crepaldi, sfodera una grande prestazione e ottiene la vittoria.
Dopo il bel successo ottenuto in gara 3, l’UnipolSai inizia con il piglio giusto anche la quarta partita della serie contro Richetti, lanciatore partente avversario. Nosti e Vaglio aprono in-fatti il primo attacco con una valida a testa. I 2 giocatori rubano poi la base sullo strike out di Flores. Il Rimini concede quindi la base intenzionale a Marval per obbligare tutti i cuscini. Dopo la visita a Richetti, il lanciatore fa battere subito un pop sulla prima a Sambucci per il secondo eliminato. Al termine di un gran duello nel box di battuta, Garcia, che aveva colpito una bella linea a sinistra contro le recinzioni in foul per pochi centimetri, ottiene 4 ball, spingendo così a casa il punto del vantaggio. Ambrosino però colpisce una rimbalzante in diamante e non riesce a concretizzare. Al cambio campo, il Rimini pareggia subito il risultato. Infante batte colpisce un doppio al centro, avanza in terza sul bunt di sacrificio di Nogue-ra e segna sulla rimbalzante di Vasquez. Al secondo inning, la Fortitudo ha subito una ghiotta occasione per tornare in vantaggio ma non la sfrutta. Dopo l’eliminazione di Grimaudo, Agretti batte valido ma Nosti viene messo strike out. Uno positivo Vaglio batte un doppio a sinistra spingendo il compagno in terza. Flores incassa 3 strike ed è eliminato al piatto. Dall’altra parte, invece, i Pirati segnano il 2-1 ed effettuano così il sorpasso. Zappone ottiene 4 ball e raggiunge la seconda su palla manca-ta. Il successivo singolo di Malengo spinge il compagno in terza e costringe lo staff tecnico felsineo alla visita sul monte di lancio. Alla ripresa del gioco, Bertagnon colpisce la rimbalzante del 2-1. Anche in occasione del terzo attacco la Fortitudo crea i presupposti per segnare un punto ma non ci riesce. Marval colpisce valido al centro, ruba la seconda e avanza in terza sul lancio pazzo, che è anche il quarto ball sul conto di Sambucci. Il prima base felsineo cerca di sfruttare l’indifferenza della difesa avversaria e, dopo aver raggiunto il cuscino di prima, tenta di raggiungere la seconda ma è eliminato dal rilancio di Richetti in una giocata molto chiusa e contestata dallo staff tecnico biancoblù. Con Marval in terza, Garcia batte una rimbalzante su Di Fabio. Il terza base raccoglie ed è bravo ad assistere a casa base ottenendo il secondo out a scapito del corridore felsineo. L’ex giocatore dell’Imola avanza poi in seconda su lancio pazzo ma Ambrosino viene eliminato al volo dagli esterni. Come accaduto nella ripresa pre-edente, il Rimini segna punto al cambio di campo. Vasquez batte un singolo ma viene eliminato nel tentativo di rubare la seconda. La nuova valida di Garbella pone fine alla prova di Pizziconi, rilevato da Crepaldi. Il neo-entrato incassa subito le valide di Celli e Zappone che valgono il 3-1 dei Pirati ma è bravo a reagire mettendo strike out Malengo e facendo battere un pop in diamante a Bertagnon. Al quarto inning il Rimini si porta sul 4-1. Dopo la base per ball di Fabio, Infante batte valido e spinge il compagno in terza. Noguera viene messo strike out, ma Garbella colpisce la volata di sacrificio a sinistra per il quarto punto della partita dei Pirati. Due riprese più tardi e l’UnipolSai mostra l’orgoglio, impattando la partita. Sambucci va in base per ball e Garcia spedisce oltre le recinzioni a destra l’ultimo lancio della partita di Richetti, poi rilevato da Escalona. Sul punteggio di 4-3, Ambrosino va in base su ball e ruba poi la seconda. Sullo strike out di Grimaudo, il corridore felsineo avanza in terza. I successivi 4 ball ottenuti da Agretti pongono fine alla prova di Escalona sostituto da Teran. Nosti lo accoglie subito con uno suicide squeeze che vale il punto del 4-4. Con Agretti in seconda, Vaglio continua la sua grande serata con una nuova valida interna, ben difesa da Di Fabio in tuffo. La linea di Flores è poi presa al volo da Infante per l’out che chiude l’attacco ospite. L’UnipolSai cerca di cavalcare il momento positivo nella ripresa successiva, ma purtroppo non riesce a concretizzare. Marval batte un singolo al centro e ruba poi la seconda base. Dopo l’out al volo di Sambucci, Garcia viene fatto passare intenzionalmente in base ma Ambrosino batte in scelta difesa con Di Fabio che fa l’out in terza senza assistenza. I 2 corridori rubano poi le rispettive basi mentre Grimaudo guadagna il passaggio gratuito in prima al termine di un bel duello con il pitcher avversario. Agretti però viene eliminato al piatto.
La partita si decide così nelle riprese finali, con il duello Corradini-Teran sul monte di lancio. Dopo essere uscito indenne da una situazione difficile all’ottavo inning (2 uomini in base per il Rimini), l’UnipolSai crea una nuova importante opportunità. Marval apre la ripresa con un singolo al centro e va in posizione punto sul bunt di sacrificio di Sambucci. Durante la base intenzionale a Garcia, Marval tenta la rubata in terza ma viene eliminato in una nuova giocata molto chiusa. Tutto lo staff tecnico della Fortitudo esce a protestare per la chiamata del signor Fiorini e, a farne le spese, sono il manager Frignani e il pitching coach Radaelli, ambedue espulsi. Con Garcia in prima, Ambrosino colpisce una battuta sugli esterni. Garbella difende ottimamente ed elimina il giocatore avversario. Corradini continua a imbrigliare le mazze dei Pirati e la sfida va così ai supplementari. Grimaudo apre il decimo attacco della Fortitudo con un doppio contro le recinzioni a destra e avanza in terza sul perfetto bunt valido di Agretti. Dopo la visita sul monte di Teran, Agretti avanza in seconda per palla mancata e Nosti viene così passato in base per obbligare tutti i cuscini. Vaglio gira subito il primo lancio per la volata di sacrificio che vale il 5-4. Flores si dimostra cinico e colpisce valido a destra. Nell’azione la difesa del Rimini commette un erro-re di lancio in terza con Agretti e Nosti che, così, possono segnare i punti del 7-4. La nuova valida di Sambucci, dopo i 4 ball intenzionali a Marval, vale la segnatura dell’8-4. Il successi-vo ingresso di Del Bianco sul monte di lancio del Rimini evita guai peggiori alla formazione di casa. Dall’altra parte Corradini continua la sua fenomenale prova e ottiene i 3 out che chiudono la partita.
La Fortitudo sbanca ancora il campo dei Pirati per 8-4 e porta la serie alla decisiva gara 5, in programma sabato sera, alle ore 20.30, allo stadio Gianni Falchi di Bologna.

Ti piace questo articolo? Condividilo!