Radio Nettuno

Baseball – Asia Series, la Fortitudo sfida i coreani nell’esordio

14 Novembre 2013
Baseball – Asia Series, la Fortitudo sfida i coreani nell’esordio

Siamo arrivati al playball, ora la storica avventura nel sud est asiatico della Unipol Fortitudo è cosa concreta, mancando ormai poche ore al debutto della prima squadra europea alle Asia Series. La folta delegazione biancoblu, composta da atleti, tecnici, dirigenti e collaboratori, è atterrata con un po’ di ritardo a Taipei, Taiwan, alle 22.30 circa (ora locale) di mercoledì 13 novembre, accolta all’aeroporto da un gruppo di appassionati che hanno esposto uno striscione di benvenuto, completando il proprio viaggio di oltre 24 ore (se si considera la partenza da Bologna per raggiungere martedì sera scorsa l’aeroporto di Fiumicino) con l’ultimo trasferimento in pullman alla volta di Taichung, dove si disputano le Asia Series 2013 nel modernissimo stadio intercontinentale e cena alle “ore piccole” all’hotel Splendor, sede dei biancoblu.
Tanta la curiosità e simpatia per l’arrivo a Taiwan di una squadra europea a disputarsi un trofeo così prestigioso con le squadre campioni del baseball asiatico e australiano. Il tempo di recuperare qualche ora di sonno e già in tarda mattinata di giovedì 14 la squadra ha potuto disputare il suo primo e unico allenamento, un paio di ore nell’impianto che ospita le Asia Series alla immediata vigilia del torneo. Il playball è infatti atteso per le ore 12 del venerdì 15 novembre, 5 ora italiana, quando la Unipol Fortitudo affronterà i pluri campioni di Corea Samsung Lions.
I primi avversari della squadra bolognese hanno vinto sei volte il titolo nazionale e detengono una “striscia” di tre scudetti consecutivi aperta nel 2011. Candidati alla finale delle Asia Series 2013, toccherà ai bolognesi, nell’occasione “home team”, dare filo da torcere ai favoriti coreani e perché no tentare la sorpresa. Il secondo incontro che vede impegnati i petroniani, “visitor team” contro gli Uni President 7-Elven Lions di Tainan (città della zona meridionale di Taiwan), avrà luogo sabato 16 novembre alle 18.30 (11.30 in Italia).
“Considero i Lions coreani una delle due favorite delle Asia Series, l’altra sono gli Eagles giapponesi – sono le parole di Marco Nanni, il quale aggiunge – che la squadra della Samsung potrebbe anche far lanciare il pitcher migliore, per poterlo avere a disposizione in caso di finale e che anche il nostro secondo avversario, i Lions di Taiwan, pure un gradino sotto i coreani sono una squadra di livello superiore a noi, così come più competitivo è il loro campionato rispetto al nostro”. Per il manager biancoblu è un altro incontro con la storia, lui che ha legato indelebilmente il suo nome alla causa Fortitudo, condottiero di tante avventure indimenticabili, alcune finite molto bene soprattutto a livello europeo, che è poi la ragione per cui la Unipol Fortitudo è qua. E questa come finirà, abbiamo domandato ancora a Nanni: “spero di far bene e dimostrare quello che i ragazzi sanno fare: la sento come una mia responsabilità perché possiamo essere pionieri, ma anche finire con una porta sbattuta in faccia, ma sono fiducioso, sono convinto che il gap fra noi e le squadre che affrontiamo non è così profondo come qualcuno può ipotizzare”.
Infine gli ultimi spunti per poter presentare in campo la migliore squadra possibile: “la decisione sui lanciatori partenti – prosegue manager biancoblu – è di schierare Blevins contro i coreani e Alvarado contro i campioni di Taiwan, poi subentreranno i vari rilievi, a seconda di come si evolve il match. Per il resto, su lineup e difesa, importanti indicazioni le ho ottenute dalla partita di sabato scorso a Casteldebole e anche nell’allenamento mattutino, nel quale ho iniziato con esercizi di difesa del bunt e pickoff perché sono quelli che maggiormente aiutano per migliorare i sincronismi e integrare i nuovi giocatori, La strategia in partita sarà quella di concedere meno punti possibile, stare attenti in difesa ed essere pronti a cogliere le occasioni che si presenteranno a livello offensivo. Se il punteggio sarà basso già dalle prime riprese gli avversari cercheranno di metterci in difficoltà con giochi nei quali tenteranno di sfruttare la velocità e l’aggressività del loro baseball e noi dobbiamo essere attenti e soprattutto dimostrare quello che sappiamo fare, e anche gli avversari certo vorranno ben figurare”.
Varie sono le frecce all’arco di Marco Nanni, che come in stagione dispone di una formazione di 12 o 13 potenziali titolari, con alcuni punti fermi come la “cerniera” Vaglio-Infante e gli stranieri e alcune alternative sugli altri ruoli. Una probabile formazione difensiva potrebbe vedere Sabbatani dietro al piatto, Ziegler in prima base, Vaglio in seconda, Andrea D’Amico in terza, Infante interbase, Nosti, Moss e Liverziani agli esterni, con Ermini battitore designato.
Con la collaborazione di Radio Arena Sportiva saranno disponibili “online” le radiocronache in diretta streaming delle gare della Unipol Fortitudo, irradiate altresì da Radio International Bologna, radio ufficiale della Fortitudo baseball, alle consuete frequenze di 89.8 FM per la zona di Bologna e al sito www.radiointernationalbologna.it, ma sarà altresì possibile ascoltarle, in toto o in parte, anche successivamente, all’orario più comodo per l’ascoltatore, unitamente ad altri contributi, come aggiornamenti e interviste, con link diretto dal sito www.fortitudobaseball.it
Su youtube saranno visibili tutte le partite in diretta a questo indirizzo: http://www.youtube.com/channel/UCDt9GAqyRzc2e5BNxPrwZrw

Ti piace questo articolo? Condividilo!