Radio Nettuno

Atletica Coppa Europa 2017, bilancio abbastanza positivo la prima giornata per gli azzurri

24 Giugno 2017
Atletica Coppa Europa 2017, bilancio abbastanza positivo la prima giornata per gli azzurri

A Lille in Francia è iniziato il weekend della Coppa Europa di atletica leggera, denominato recentemente  Campionato Europeo a squadre.

Nella prima giornata e per la prima volta in assoluto si sono disputati i turni preliminari delle discipline veloci e a ostacoli, con relativa qualificazione alle finali.

L’Italia esce con un bilancio abbastanza positivo, portando parecchi atleti in finale, con qualche risultato deludente nei 200 metri, con Infantino e la Ragusa che deludono le aspettative arrivando ad oltre 1 secondo dal loro personale.

400 METRI (femminile):
Benedicta Chigbolu fa la sua buona gara, corre in 52.57 chiudendo al quarto posto la seconda batteria e con il sesto tempo di ripescaggio accede alla finale, cedendo  soltanto nei metri finali ma senza compromettere il passaggio del turno, la migliore è stata Olha Zemylyak, ucraina in  51.70.

400 METRI (maschile):
Bravissimo Davide Re che corre in  45.85 a soli 6 centesimi dal suo personale facendo ben sperare per la finale.

100 METRI (femminile):
Audrey Alloh si qualifica alla finale,  con il tempo di 11.70 nella seconda batteria dove chiude al quarto posto ed ottiene il miglior tempo di ripescaggio.

100 METRI (maschile):
Anche Federico Cattaneo si qualifica con il tempo di  10.54, con il sesto tempo assoluto, il terzo tempo di batteria alle spalle di Aikines (10.33) e Reus (10.36).

200 METRI (maschile):
Molto male Antonio Infantino con  il tempo di  21.29 e decimo posto generale, mancata la  finale e con  l’invasione di corsia arriva anche  la  squalifica, che comporterà un pesante 0 in classifica per l’Italia.

200 METRI (femminile):
Brutta prestazione anche per Irene Siragusa, con un modesto 23.99, stabilendo l’ultimo tempo assoluto.

110 METRI OSTACOLI:
Lorenzo Perini non sfigura nella sua batteria e conquista l’accesso alla finale di domenica, chiudendo in 13.76 battuto soltanto dal tedesco Balnuweit per un centesimo.

100 MERI OSTACOLI:
Veronica Borsi è lontana dalla miglior condizione fisica, si ferma a 13.61 e manca la qualificazione alla finale, miglior tempo  per la tedesca Dutkiwicz che chiude in un ottimo 12.83 precedendo la bielorussa Alina Talay (13.11).

400 METRI OSTACOLI (femminile):
Tutto facile per Yadisleidy Pedroso che vince la sua batteria in 56.29, secondo tempo generale alle spalle della britannica Doyle (55.76): qualificazione facile alla finale dove sarà uno dei grandi favoriti.

400 METRI OSTACOLI (maschile):
Mario Lambrughi è costretto al forfait per infortunio,  lo sostituisce Jose Bencosme che non delude e si qualifica alla finale con il terzo tempo assoluto (50.42).

Ti piace questo articolo? Condividilo!