Radio Nettuno

Ancora un venerdì amaro per una sciupona Biancoblù

16 Febbraio 2013

Giorgio Tesi Group Pistoia vs Biancoblu Bologna / Cortese vs Vitali

PISTOIA – BIANCOBLU 65-60

(12-13; 35-31; 46-48)

Pistoia: Grillini, Meini 6, Toppo 11, Borra 2, Galanda 6, Hicks 16, Cortese 5, Saccaggi, Rullo 3, Graves 16, Chetoni, Colombo. All. Moretti.

Biancoblù: Harris 13, Cournooh 8, Verri 4, Gasparin 2, Montano, Cutolo 4, Pini 6, Vitali 13, Mosley 10, Drenovac, Diviach, Infante. All. Salieri.

Peccato. La Biancoblù cade a Pistoia al termine di un’ottima gara sul piano tattico, ma insufficiente sul piano delle percentuali al tiro (22/59 dal campo) e con un finale tutto da dimenticare.

Pronti, via e i felsinei recuperavano palloni su palloni volando fino al 4-11 del 7′, ma bastava un lampo ai padroni di casa per chiudere il periodo sul -1 (12-13). Sull’onda lunga i toscani tentavano la fuga (27-19); fiammata di Harris, però, e 29-29. Nella ripresa era ancora la retroguardia biancobjù a fare la differenza e così, pian piano, si arrivava nell’ultima frazione con la truppa di Salieri sul +8 (49-57). Qui, i bolognesi sprecavano l’impossibile e Hicks firmava dai 6,75 il sorpasso (61-60). Nel dubbio, la Biancoblù getteva alle ortiche altri due possessi e la bomba forzata di Vitali del possibile supplementare, non andava a segno. Peccato, appunto…

 

Le parole nel post-partita di coach Salieri: “Intanto posso dire che abbiamo giocato una grande partita, sia noi che Pistoia; complimenti alla squadra di Moretti che ha vinto, ma soprattutto al pubblico che ha dato la sterzata giusta alla gara quando la partita era in mano nostra. Noi abbiamo pagato le rotazioni corte, Pistoia in questo senso ci ha dato una lezione, hanno avuto tanto anche da Rullo eHicks, potendo dosare i minutaggi e riuscendo ad avere i giocatori freschi nel momento giusto. Abbiamo pagato anche la scarsa lucidità quando Pistoia ha premuto sull’acceleratore e la loro difesa ci ha messo le mani addosso nel finale. Ai miei giocatori ho fatto i complimenti, perché sono un gruppo di giovani che lavora tantissimo, si impegna e ha dimostrato di poter stare in campo ad alto livello. Sarebbe troppo facile dire che ci mancava Pecile, il leader di questo gruppo: oggi questi ragazzi hanno dato tutto, cuore e orgoglio, e questo è stato un altro passo avanti rispetto alle ultime gare, visto anche il livello assoluto dell’avversario. Dobbiamo continuare così, cercare di fare al meglio, giorno dopo giorno, e prepararci bene per una serie di trasferte importanti”.

Ti piace questo articolo? Condividilo!