Radio Nettuno

Basket C – Impresa Ghepard, espugnato il “PalaRuggi” di Imola

22 Dicembre 2014
Basket C – Impresa Ghepard, espugnato il “PalaRuggi” di Imola

NPC – MISTER AUTO 55 – 59

(15-6, 31-24, 43-37)

VSV Imola: Pieri 2, Dall’Osso, Morara, Grillini 8, Di Placido, Corcelli 10, Massari 2, Guglielmo 6, Francesconi 11, Porcellini 16. All. Solaroli.

Ghepard: Brunello ne, Riguzzi 11, Verdi 2, Nieri 12, Beccaletto 2, Tapia 2, Tullio 3, Beccari 13, Ghedini 8, Martelli 6. All. Rossi.

Dopo aver rincorso per 35’, la Mister Auto riesce ad aggiudicarsi l’incontro con Virtus Imola e porta così a casa i due punti che le consentono di non farsi distanziare troppo dalla testa della classifica. E’ stata una partita intensa ed i ragazzi di coach Rossi hanno avuto il grosso pregio di non rinunciare mai a lottare; sotto anche di sedici lunghezze, non si sono comunque arresi, riuscendo nel finale a vibrare l’affondo con cui si sono aggiudicati il match.

Starting five per i padroni di casa: Pieri, Grillini, Corcelli, Massari e Porcellini. Per i bolognesi: Riguzzi, Nieri, Beccaletto, Beccari e Martelli. La partita stenta a decollare: Ghepard Mister Auto segna il primo canestro con Capitan Nieri dopo oltre un minuto e mezzo dal fischio d’inizio e a Imola occorrono altri due minuti per iscrivere a referto i suoi primi due punti, con i liberi realizzati da Porcellini. I bolognesi si dimostrano particolarmente determinati in difesa, ma stentano a trovare la via del canestro in attacco e chiudono il primo quarto con soli 6 punti segnati (15-6). Dalla parte opposta il team di Solaroli si dimostra maggiormente concreto e riesce a incrementare lentamente ma inesorabilmente il proprio vantaggio, che raggiunge a metà del secondo quarto le sedici lunghezze (29-13). Ma la Ghepard non si arrende: la schiacciata di Nieri segna l’inizio di un parziale di 11 a 2 a favore dei bolognesi, che riescono così a ridurre il disavanzo, andando all’intervallo lungo sotto di sette lunghezze (31-24). Dopo il riposo la musica sostanzialmente non cambia: Imola mantiene le redini del match, anche se non riesce ad esprimere l’energia necessaria a chiudere definitivamente i giochi. Gli ospiti continuano a rimanere in scia, riuscendo a non farsi distanziare troppo, ma l’inerzia della partita sembra ormai segnata. A metà dell’ultima frazione, però, una bomba di Riguzzi, seguita da due  liberi di Ghedini e da una buona giocata di Nieri, da sotto, riducono lo svantaggio e, a 3’ dalla fine, una bella entrata di Riguzzi, con fallo subìto, impatta il risultato sul 53-53. Imola ribatte, ma nuovamente Riguzzi segna per il pareggio (55-55); i liberi segnati da Martelli prima e da Ghedini poi, sanciscono il risultato finale sul 55-59, con il tiro ormai inutile di Porcellini che si spegne sul ferro allo scadere.

Ti piace questo articolo? Condividilo!